Home » Acquisto pneumatici invernali: perché è importante?

Acquisto pneumatici invernali: perché è importante?

Categorie Automotive · Curiosità e Consigli

La stagione invernale è ormai alle porte. Per gli automobilisti ciò significa che occorre effettuare obbligatoriamente un cambio gomme. Anche se può sembrare un inutile seccatura, non è così. Le domande che essi si pongono sono tante. Ad esempio. E’ importante l’acquisto di pneumatici invernali? E perché?. Cosa cambia rispetto a quegli estivi? Cosa dice la legge? e tante altre. Ecco una panoramica sulla tecnica, le differenze, l’importanza dell’acquisto di pneumatici invernali, e come comportarsi, senza incorrere in infrazioni da Codice della Strada.

Tecnica degli pneumatici invernali

Gli pneumatici invernali contengono una quantità maggiore di gomma naturale, arricchita con silice, che conferisce loro una struttura morbida. Vengono comunemente chiamate anche “gomme termiche”, in quanto, grazie alla speciale mescola, si riscaldano più velocemente durante il rotolamento. Spesso vengono chiamati anche “pneumatici da neve”, ma è una dicitura sbagliata. Infatti, essi sono progettati per garantire maggiore aderenza su qualsiasi fondo stradale. Che esso sia fango, neve, ghiaccio o bagnato, questi pneumatici, garantiscono una tenuta ottimale, purché la temperatura vada dai 7° in giù.

Tipico pneumatico invernale, tasselli e scanalature

Per riconoscere durante un acquisto, gli pneumatici invernali, è sufficiente guardarne il design. La prima cosa da notare sono i tasselli. Essi, a differenza delle gomme estive (normali), non sono pieni, bensì lamellati. Queste lamelle, flettendosi durante il rotolamento, aumentano la loro temperatura e la gomma riscaldandosi, risulta più efficace. Inoltre, esse hanno la funzione di trattenere la neve, così ché si formi un contatto neve-neve che migliora l’aderenza. Anche le scanalature hanno un ruolo importante, drenando molta più acqua rispetto ad uno pneumatico standard. Riducendo quindi, anche il rischio di acquaplaning.

Dove effettuare l’acquisto di pneumatici invernali

Il metodo tradizionale è affidarsi al proprio gommista di fiducia, oppure si può procedere con l’acquisto online. Di solito, quest’ultimi sono più forniti e sul sito scopri una selezione di pneumatici invernali più ampia. E’ consigliato l’acquisto di tutte e 4 le gomme. Questo per avere un’aderenza omogenea fra gli assi e quindi una miglior sicurezza. Prima di procedere, bisogna sapere quali sono gli pneumatici invernali omologati. Tutte queste informazioni sono scritte sulla gomma stessa.

Dicitura tipica di uno pneumatico.

Per la legge, gli pneumatici omologati sono quelli con la dicitura M+S, MS, M-S, M&S,
dall’inglese Mud (fango) e Snow (neve).
Inoltre devono avere il codice di velocità non inferiore a Q. Ultimo, devono essere pneumatici con caratteristiche simili a quelli estivi (larghezza, spalla ecc..) o comunque bisogna scegliere le misure che sono riportate sulla carta di circolazione di ogni veicolo. E’ stato introdotto un nuovo simbolo, “Snowflake” (un fiocco di neve racchiuso in una montagna). Ma si tratta di un test specifico, necessario per superare la normativa americana. Quindi gli pneumatici invernali senza questo simbolo sono ugualmente a norma di legge.

Perchè optare per l’acquisto di pneumatici invernali

Gli italiani, danno molta importanza agli pneumatici, per fortuna. Sappiamo bene che lo pneumatico adatto può fare la differenza, soprattutto nel motorsport. Numerosi test dimostrano che, con le basse temperature e gli pneumatici invernali, lo spazio di arresto di un veicolo diminuisce drasticamente. A vantaggio della nostra sicurezza. Però è vero anche il contrario. Quindi in estate, a parità di gomma, lo spazio di arresto aumenta notevolmente. In alternativa si può scegliere di adottare le catene. Sono la soluzione più economica e semplice. Ma sono difficili da montare, poiché, se non si ha una certa pratica, si rischia di danneggiare alcuni ingranaggi delle ruote. Inoltre, sono utili solo in particolari condizioni (neve fresca ed alta) e vietate nei centri abitati. La loro efficacia non è paragonabile con l’acquisto di pneumatici invernali.

Cosa dice la legge

La legge parla chiaro. La Direttiva Ministeriale 2013 entra in vigore generalmente dal 15 novembre fino al 15 Aprile dell’anno successivo di ogni anno. Questo, a prescindere dalle condizioni climatiche e/o dalla presenza di neve al suolo. Ovviamente, tale periodo può essere esteso in zone con condizioni climatiche particolari. Anche in caso di ordinanze locali, la legge va rispettata. Essa rende obbligatorio, per tutti i veicoli a motore, il possesso o l’acquisto di pneumatici invernali. Sono accettate anche le sole catene a bordo, ma, personalmente opterei per tutte e 2 le scelte. In ogni caso, tutti i veicoli devono avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio.

Discorso a parte per motocicli e ciclomotori. Infatti, nel periodo di vigenza dell’obbligo, i ciclomotori a due ruote e i motocicli, possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto. Se non si rispettasse tale normativa sono previste delle sanzioni. Gli importi della multa possono variare da un minimo di 41 euro nei centri abitati, fino a 168 euro, come previsto dall’art. 7 e dall’art. 14 del Codice della Strada. Invece, da un minimo di 84 euro, fino ad arrivare alla cifra di 335 euro, per quanto riguarda le zone al di fuori dei centri abitati. Quindi le autostrade, le strade extraurbane principali o assimilate.

Conclusioni

Ci sono molte variabili da tener presente. Innanzitutto l’uso che facciamo del nostro veicolo e le condizioni climatiche di dove viviamo. Ma sicuramente, la legge è stata fatta con criterio. Quindi, sia per non incorrere in sanzioni inutili e, soprattutto per la nostra sicurezza, oltre che avere performance migliori, il consiglio è procedere con l’acquisto di pneumatici invernali.
Anche se può sembrare una spesa superflua, in realtà è necessaria per la sicurezza di tutti. Un’ultima riflessione: Quanto vale la sicurezza di ognuno di noi? Beh, sicuramente più dell’acquisto di 4 pneumatici invernali.

Lascia un commento