Aston Martin Vanquish Zagato Shooting Brake: l’auto per pochi fortunati

La Aston Martin completa le consegne delle sue Zagato. La Shooting Brake è una delle 4 varianti ultrarare.

Aston Martin Vanquish Zagato Shooting Brake: l'auto per pochi fortunati
Aston Martin Vanquish Zagato Shooting Brake: l'auto per pochi fortunati

Una delle collaborazioni creative più durature nel settore automobilistico ha raggiunto un’altra pietra miliare. La prima a debuttare è stata la Vanquish Zagato Volante, ed è arrivata la conferma che non solo la Aston Martin Vanquish Zagato Speedster entrerà in produzione, ma sarà affiancata da una spettacolare Vanquish Zagato Shooting Brake.

Questa ‘famiglia’ di modelli Vanquish Zagato produrrà un totale di 325 auto. Come primo “membro della famiglia”, la produzione della Coupé Vanquish Zagato è iniziata alla fine del 2016. Successivamente è stata prodotta la Vanquish Zagato Volante. Ancora una volta la produzione è stata strettamente limitata a 99 auto (tutte vendute), e le consegne sono state completate tutte nel 2018.

Aston Martin Vanquish Zagato Shooting Brake: l'auto per pochi fortunati
Aston Martin Vanquish Zagato Shooting Brake: l’auto per pochi fortunati

Dei due modelli rimanenti, la Aston Martin Vanquish Zagato Speedster è la più rara, con una produzione di soli 28 esemplari. Come ci si aspetterebbe da una delle vetture inglesi più collezionabili e desiderabili di sempre, tutti e 28 gli esemplari sono stati venduti. Completando il quartetto, anche la Vanquish Zagato Shooting Brake è in tiratura limitata con 99 esemplari.

Aston Martin Vanquish Zagato: il poker delle meraviglie!

Con tutte e quattro le vetture basate sulla Vanquish S, ogni Zagato gode della combinazione del motore V12 aspirato da 600 CV abbinato alla trasmissione Touchtronic III. Insieme allo smorzamento adattivo, perfezionato per ogni modello, la famiglia Vanquish Zagato promette un piacere di guida eccezionale, tanto stimolante e memorabile quanto il loro design.

Le Speedster e Shooting Brake rappresentano i due estremi della famiglia Vanquish Zagato. La prima presenta un design senza tetto, senza compromessi che esprime l’emozione pura di un’auto sportiva ad altissime prestazioni open-top. L’aspetto più audace del design della Speedster riguarda gli Speed ​​Humps che si innalzano per formare dei cappucci aerodinamici, rappresentando il famoso “double bubble” di Zagato. Tutti i pannelli della carrozzeria sono realizzati in fibra di carbonio (come le altre vetture della famiglia Vanquish Zagato), mentre i dettagli condivisi, come le luci posteriori “Blade” ispirate all’Aston Martin Vulcan e i ripetuti motivi “Z” nella griglia anteriore e le griglie di ventilazione posteriore, creano un filo stilistico ininterrotto che collega queste creazioni altrimenti individuali.

Aston Martin Vanquish Zagato Shooting Brake: l'auto per pochi fortunati
Aston Martin Vanquish Zagato Shooting Brake: l’auto per pochi fortunati

La Shooting Brake è ancora una due posti secca, ma concepita come una GT molto pratica. Il tetto allungato richiama anch’esso il double bubble Zagato con rifiniture in vetro per consentire alla luce naturale di entrare nell’abitacolo ed illuminare gli interni. Il tetto si conclude in un portellone posteriore che può essere aperto, e al suo interno è posizionato un set di valigie su misura. Con la sua spettacolare plancia in fibra di carbonio a spina di pesce con controlli rotanti in bronzo anodizzato, l’ampia trapuntatura a motivo a “Z” e l’opzione di un rivestimento in pelle completamente anilina, la Shooting Brake è un complemento perfetto per Coupé, Volante e Speedster.

Le prestazioni della Shooting Brake sono notevoli: parliamo di uno scatto 0-100 km/h in 4.1 secondi e di una velocità massima superiore ai 320 km/h.