Home » Bizzarrini 5300 GT Corsa: consegnato il primo dei 24 esemplari

Bizzarrini 5300 GT Corsa: consegnato il primo dei 24 esemplari

La rinascita di un mito a distanza di 57 anni

Categorie Automotive

Dopo la presentazione della Bizzarrini 5300 GT Corsa Revival all’inizio di quest’anno, la prima delle 24 auto di serie ha lasciato nella giornata di venerdì la struttura Bizzarrini nel Regno Unito. Ciascuno dei 24 esemplari è rifinito in Bizzarrini Rosso Corsa, con cerchi numerati bianchi: ogni cliente può scegliere il proprio numero univoco da applicare a mano sulla propria auto. Questa livrea, e in effetti, il numero totale di vetture in costruzione è un omaggio alla 5300 GT Corsa telaio #0222, che raggiunse lo status di leggenda alla 24 Ore di Le Mans del 1965. All’epoca i piloti francesi Regis Fraissinet e Jean de Mortemart guidarono la 5300 e arrivarono primi nella propria categoria. Non solo il telaio #0222 ha corso la gara a una velocità media di 169 km/h, ma lo stesso Giotto Bizzarrini ha poi riportato l’auto a casa, nel Nord Italia, subito dopo la gara.

La Bizzarrini 5300 GT Corsa Revival - Crediti foto: Bizzarrini
La Bizzarrini 5300 GT Corsa Revival – Crediti foto: ufficio stampa Bizzarrini

Ogni vettura della serie Revival rappresenta l’interpretazione più autentica della 5300 GT Corsa disponibile. Costruita utilizzando i progetti originali, componenti di fornitori originali, con il contributo di esperti originariamente coinvolti nel progetto della 5300 GT, è l’auto che meglio rappresenta la versione originale, pur rispettando i moderni standard di sicurezza. Per garantire che l’auto appaia esattamente come sarebbe stata sulla linea di partenza a Le Mans nel 1965, il team Bizzarrini trovò archeologi automobilistici rintracciando i responsabili del restauro del telaio 0222 dove gli strati di vernice erano stati accuratamente strappati avanti e indietro per rivelare la vernice originale. Questa tonalità è stata poi abbinata al colore della Revival per creare il Rosso Corsa Bizzarrini 222.

La fase di assemblaggio della 5300 GT Corsa Revival
La fase di assemblaggio della 5300 GT Corsa Revival

I veicoli costruiti a mano utilizzano un corpo composito leggero single frame, su un telaio in acciaio che fornisce un peso complessivo di 1230 kg. All’interno, i due sedili sono protetti da un roll-bar a sei punti più completo e da una cella di sicurezza conforme ai regolamenti storici delle gare FIA dell’Appendice K. Troviamo sospensioni posteriori indipendenti secondo le specifiche della 5300 GT Corsa di Giotto i freni a disco. Sotto il cofano, invece, ruggisce un V8 da 5.300 centimetri cubi abbinato a carburatori Weber 45 DCOE (Doppio Corpo Orizzontale E) che sviluppa oltre 400 cavalli per fornire un rapporto peso/potenza paragonabile ad un moderna supercar.

Il completamento della realizzazione del primo esemplare di 5300 GT Corsa Revival - Crediti foto: Bizzarrini
Il completamento della realizzazione del primo esemplare di 5300 GT Corsa Revival – Crediti foto: ufficio stampa Bizzarrini

Simon Busby, CMO di Bizzarrini ha dichiarato: “Il team è incredibilmente orgoglioso di vedere la prima 5300GT Corsa Revival lasciare la fabbrica sulla strada per il suo nuovo proprietario. Abbiamo rilanciato Bizzarrini all’inizio di quest’anno come l’inizio di una visione a lungo termine. La consegna a questo uesto primo cliente è un passo importante lungo la strada verso la piena realizzazione di questa visione. Mentre continuiamo a produrre il resto di questa serie di veicoli, continueremo a costruire sulla passione e sui valori del fondatore con la fase successiva dello sviluppo continuo della nostra moderna supercar”. Bizzarrini mostrerà un modello completo delle specifiche di produzione della serie revival al Concours of Excellence di Hampton Court dal 2 al 4 settembre 2022.

Nel video allegato qui sotto è possibile apprezzare la delicata fase di assemblaggio di questa straordinaria vettura dal sapore retrò, ammirando le varie fasi e come nasce un capolavoro del genere. Non vediamo l’ora di vedere anche gli altri 23 esemplari realizzati per vedere se oltre ai numeri riportati nei cerchi bianchi, qualcuno chiederà qualche personalizzazione nello specifico, sempre attinente alla versione originale. Per noi amanti delle auto, avere più versioni Revival di auto storiche sarebbe un sogno.

FONTI VERIFICATE

Ufficio stampa Bizzarrini

Lascia un commento