Home » Come organizzare la cassetta degli attrezzi: cosa non può mancare

Come organizzare la cassetta degli attrezzi: cosa non può mancare

Uno degli oggetti fondamentali da avere nella propria abitazione è la cassetta degli attrezzi, questo perché è fondamentale avere con sé degli strumenti da lavoro pronti all’uso. Vediamo qui di seguito come organizzarla al meglio e cosa non può mai mancare.

Categorie Curiosità e Consigli

Che siate appassionati o meno di bricolage e fai da te poco importa: la cassetta degli attrezzi è uno degli oggetti che non deve mai mancare in una casa, perché è fondamentale avere con sé degli strumenti da lavoro pronti all’uso. Ma quali sarebbero questi strumenti così indispensabili? Se non sai bene cosa acquistare, prova a dare un’occhiata agli attrezzi da bricolage su Trade Shop e scopri subito quali consigli abbiamo riservato per te!

Come scegliere la cassetta degli attrezzi 

Sebbene in commercio esistano cassette degli attrezzi già complete di tutti gli utensili e minuterie da lavoro, la soluzione migliore sarebbe quella di procurarvi una cassetta vuota e scegliere personalmente cosa inserire all’interno di essa, a seconda delle vostre effettive necessità. Oltre ad essere la soluzione più economica, questa opzione vi permetterà di selezionare ogni singolo pezzo, tenendo in considerazione il marchio e la qualità. Esistono diverse tipologie di cassette porta attrezzi, ma le più diffuse sono le seguenti: le tradizionali in alluminio o metallo, che permettono di suddividere gli utensili per scomparti; quelle in plastica, dotate di contenitori estraibili; quelle in tessuto, dove l’attrezzatura è disposta in verticale in tasche interne ed esterne. 

I dieci attrezzi che non possono mai mancare

cassetta degli attrezzi
Strumenti che non devono mai mancare in una cassetta degli attrezzi.

A seconda del tipo di lavoro o attività a cui solitamente vi dedicate, cambierà anche la dotazione necessaria all’interno della cassetta degli attrezzi. Tuttavia, ci sono alcuni strumenti indispensabili che non possono assolutamente mancare: scopriamo insieme quali sono. 

Pinze

Esiste un’ampia varietà di pinze in commercio: da quella universale, utilizzata per afferrare e stringere elementi di piccole dimensioni, a quella a pappagallo, adatta per tubi e rubinetti, passando per le pinze da elettricista.

Tenaglie e tronchesi

Le tenaglie sono molto simili alle pinze, ma si distinguono per le estremità semicircolari che si chiudono ad anello e vengono utilizzate principalmente per estrarre i chiodi dal legno. Le tronchesi, invece, anch’esse dalla forma simile alle precedenti, si utilizzano per tagliare i fili di ferro.

Cacciavite a inserti

Si consiglia, inoltre, di acquistare un set di cacciaviti con inserti intercambiabili, ideali per una grande varietà di viti. In commercio esistono modelli di cacciavite con impugnatura ergonomica e isolante, così da permettere di lavorare in totale sicurezza.

Set di chiavi inglesi combinate 

chiavi inglesi

Sarebbe opportuno acquistare anche un set completo di chiavi inglesi combinate, così da porre rimedio ad ogni genere di problematica. Regolabili, grandi e piccole, le chiavi inglesi devono essere presenti almeno dal numero 8 al numero 13.

Martelli

È necessario acquistare almeno due modelli di martello: uno più piccolo, per lavori minori come ad esempio sistemare i quadri alle pareti, e uno più grande per lavori maggiori. Il manico dei martelli è solitamente realizzato in legno, mentre la massa è in metallo e ha un peso che varia in base alle dimensioni.

Chiodi

La minuteria metallica è molto più che indispensabile. Non possono mai mancare chiodi, chiodini, viti e bulloni di qualsiasi spessore e lunghezza. Si possono acquistare separatamente, creando il vostro personale assortimento, oppure optando per delle confezioni miste.

Nastro adesivo e nastro isolante

Anche se non possono essere propriamente definiti uno “strumento”, non possono mai mancare nella cassetta degli attrezzi il nastro adesivo e il nastro isolante.

Sega e seghetto

Sega e seghetto possono essere utilizzati per tagliare il legno o il metallo. La scelta della lama corretta va effettuata in base alle dimensioni e al tipo di materiale su cui deve essere praticato il taglio.

Spatole

spatole

Le spatole sono degli strumenti molto utili per piccoli interventi di finitura: si utilizzano, ad esempio, per spianare delle irregolarità o per stendere piccole quantità di stucco.

Trapano

Il re della cassetta degli attrezzi è senza dubbio il trapano, uno degli strumenti più diffusi e antichi in circolazione. Il trapano lavora in modo rotatorio praticando fori cilindrici mediante una punta sagomata. Può essere utilizzato per forare, fresare, filettare, avvitare e svitare la maggior parte dei materiali. Di solito, i trapani elettrici sono dotati di diverse punte intercambiabili e accessori vari.

Lascia un commento