Hyundai con il Cruise Control in grado di apprendere autonomamente

Cruise Control
PH: automoto.it

Il gruppo automobilistico Hyundai si sta occupando di sviluppare una nuova tipologia di cruise control. I comandi da apprendere e la loro corretta esecuzione saranno affiancati dall’intelligenza artificiale per rendere tutto il processo più autonomo.

Cos’è il cruise control?

Il cruise control è un optional che si può trovare sulle moderne automobili in grado di regolarne automaticamente la velocità. Questo permette di rendere la guida più confortevole, soprattutto in autostrada, quando grazie al cruise control stesso è possibile rilassare il proprio piede pur riuscendo a mantenere la velocità desiderata (preventivamente impostata tramite un comando di solito posto sul volante).

Cruise Control
PH: autocitaliano.com

Si tratta quindi di un dispositivo elettronico che si disattiva automaticamente non appena il guidatore del mezzo torna ad agire su uno dei pedali.

Esiste però una versione tecnologicamente più evoluta: il cruise control adattivo. Questo sistema elettronico è più sofisticato dato che permette anche di frenare autonomamente senza richiedere alcun tipo di azione. E’ quindi in grado di regolare la velocità grazie a sensori all’anteriore che rilevano la presenza di ostacoli.
Oltre ad emettere suoni più o meno forti per avvisare il conducente di una situazione di pericolo, o comunque della necessità di riprendere il controllo manuale, offre anche la possibilità di impostare una distanza di sicurezza dalla vettura precedente.

Hyundai lavora sullo Smart Cruise Control

Il cruise control di interesse di Hyundai sarà quindi più intelligente ed efficace di quelli a cui siamo abituati, sarà Smart. Saranno implementati nuovi algoritmi, tra cui quello del Machine Learning, per riuscire a meglio adattare il dispositivo elettronico con i comportamenti più usuali e tipici del conducente.

Saranno quindi fondamentali anche nuovi sensori, fotocamere anteriori e radar per poter acquisire informazioni in quantità e di qualità. Attraverso l’analisi dei dati sarà possibile individuare tre macro aree: distanza dal veicolo che precede, l’incremento di velocità (accelerazione) e il tempo di reazione del conducente.

Grazie anche ad altri parametri secondari (come condizioni di marcia, usura e pressione gomme, velocità di crociera) sarà possibile creare una combinazione di caratteristiche per dare origine al proprio modello di guida personalizzato. Hyundai stima che saranno possibili oltre 10.000 versioni diversificate, ognuna adatta ad uno stile di guida differente.

Il nuovo Advanced Driver Assistance System rappresenta tutte le potenzialità della guida semi-autonoma. Il nostro gruppo lavora con grande sforzo verso il raggiungimento delle auto robot, ma prima sono necessari alcuni step, proprio come questo.

ha affermato Woongjun Jang, vice presidente del gruppo coreano.

Questo nuovo sistema verrà probabilmente introdotto nel mercato con le prossime versioni di modelli di Hyundai e Kia.