SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Ducati Multistrada, nuovo V4 da 170 cv ed è la prima al mondo con radar

Ducati progetta la prima moto al mondo con radar integrato: ecco il nuovo Multistrada V4, 170 cv ed un motore totalmente nuovo

Dopo il lancio di Ducati Superleggera V4 per il segmento carenate, e Ducati Streetfighter V4 per le maxi-naked, la storica Casa di Borgo Panigale ha deciso di farci sognare ancora una volta. È stata inaugurata la 4ª generazione di Multistrada, con ben due svolte di spessore. Nasce la prima moto con tecnologia radar anticollissione anteriore e posteriore, ed è equipaggiata con un motore V4 di nuova concezione. Nello stabilimento bolognese la produzione della Ducati Multistrada V4 è già iniziata, e la moto sarà presentata ufficialmente il 4 novembre 2020. Vediamo cosa Ducati ha lasciato trasparire per il momento, in attesa di nuove rivelazioni.

Credits: Ducati
Credits: Ducati

Ducati Multistrada V4: la prima moto con radar

La tecnologia radar di Ducati Multistrada V4 è frutto del lavoro di ricerca e sviluppo in collaborazione con il Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano, iniziato già nel 2016. La svolta era già stata annunciata al pubblico nel 2018, e ad oggi abbiamo la conferma.

Ducati Multistrada V4
Ducati Multistrada V4.
Credits: Moto Station

L’esperienza con PoliMi, ha confermato che questo tipo di sistemi è realmente progettabile e applicabile su strada. Così, in 4 anni Ducati è riuscita a sviluppare un pacchetto completo di ausilio alla guida, basato sulla tecnologia radar. Il partner per questa innovazione è Bosch, un nome una garanzia, e la prima moto su cui verrà applicato è appunto la nuova Ducati Multistrada V4.

Come funziona il radar Bosch for Ducati Multistrada V4

Radar Ducati by Bosch. Credits: Ducati
Radar Ducati by Bosch.
Credits: Ducati

Il sistema radar è stato presentato a giugno 2017 in forma di Pubblicazione Scientifica, presso IEEE – Intelligent Vehicles Symposium (IV) a Redondo Beach, California. Nel maggio dello stesso anno, era già stata effettuata la domanda di brevetto inerente agli algoritmi di controllo del sistema. Il frutto del lavoro con PoliMi è dunque l’applicazione tecnica di un notevolissimo progetto scientifico. Vediamolo più nel dettaglio.

Radar anteriore: controllo ACC

Il radar posto nella parte anteriore di Ducati Multistrada V4 ha sostanzialmente una funzione fondamentale: si occupa di controllare il funzionamento del blocco ACC ( Adaptive Cruise Control). Il sistema agisce su frenate e accelerazioni, regolando la distanza dal veicolo che precede se ci si muove in un range di velocità fra i 30km/h ed i 160km/h.

Sistema radar anteriore Ducati
Credits: Ducati
Sistema radar anteriore Ducati Multistrada V4.
Credits: Ducati

La distanza di sicurezza dagli altri veicoli è per buona parte a discrezione del pilota, che può scegliere fra 4 differenti steps. Per i più, ACC è un sistema conosciuto soltanto nel modo delle 4 ruote, per la natura stessa del meccanismo. Tuttavia, pare che Ducati, sia davvero riuscita a progettare un sistema adatto, confortevole e sicuro anche per le due ruote. Su Multistrada V4, ACC è stato riprogettato in funzione della dinamica e dell’ergonomia della motocicletta.

Radar anteriore  Credits: Omnimoto
Radar anteriore.
Credits: Omnimoto

Il sistema non risulta perciò invasivo o pericoloso per il pilota, essendo debitamente calibrato e depotenziato rispetto al suo equivalente per le auto. L’impiego di ACC mediante tecnologia radar permette dunque di avere una guida più rilassata e sicura, soprattutto nei lunghi tratti autostradali, senza inficiare il controllo che il pilota ha sul mezzo.

Radar posteriore: blind spot, addio!

Anche nella parte posteriore della moto troviamo un sistema radar. Quest’ultimo però si occupa di rilevare e segnalare al pilota gli ostacoli, fissi o in movimento. In particolare, va a gestire due situazioni potenzialmente pericolose:

Segnalare la presenza di corpi vari nella cosiddetta zona blind spot (angolo cieco di visuale).

Segnalare l’arrivo da dietro, di veicoli a velocità sostenuta, BSD, Blind Spot Detection.

Radar posteriore Ducati Multistrada V4. Credits: Ducati
Radar posteriore Ducati Multistrada V4.
Credits: Ducati

Ovviamente, vi è differenza fra un sistema di guida avanzata come questo, ed un sistema di guida autonoma. I primi, garantendo un’elevata libertà di guida, non possono assolutamente essere considerati dei sostitutivi del pilota. L’innovazione presentata da Ducati, permette di assicurare una elevata sportività al mezzo, con una notevole attenzione alla sicurezza, ma ovviamente il conducente rimane il responsabile della guida.

Tecnologia e…V4!

V4
Ducati Multistrada e motore V4.
Credits: Cuore Desmo

Il radar non è però l’unica novità della nuova Ducati Multistrada V4. Anche il motore è totalmente rinnovato infatti. Per questa moto, Ducati ha affinato ancora di più la tecnica, progettando un motore leggero, compatto, e con ben 170 cv. Multistrada V4 è dunque il perfetto connubio tra sportività e adventouring, pensata per essere a suo agio in ogni situazione. Ma la riprogettazione non ha solo influito sulle prestazioni, anche la manutenzione promette bene. A detta della Casa, con Ducati Multistrada V4 si andranno a raggiungere intervalli di manutenzione da primato assoluto fra le moto. Aspettiamo dunque il 15 ottobre 2020 per saperne di più su questo nuovo e promettente motore.

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su vehiclecue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here