Home » Ducati Scrambler 2023 all’EICMA 2022: 3 versioni, Full Throttle, Icon e Nightshift

Ducati Scrambler 2023 all’EICMA 2022: 3 versioni, Full Throttle, Icon e Nightshift

La Scrambler si rinnova e si presenta all'EICMA 2022 con tre nuove versioni per soddisfare i gusti dei clienti più disparati

Categorie Motocicli e Ciclomotori

Ducati ha presentato la nuova gamma Scrambler. La gamma si rinnova in vista del 2023 e troviamo una personalità ancora più vivace. La nuova generazione di Scrambler è stata completamente ridisegnata, mantenendo lo spirito che ha reso questo modello un successo mondiale conquistando oltre 100.000 appassionati: una moto essenziale, divertente, facile da guidare e con una grande personalità, la cui unicità emerge ancora più forte grazie a uno stile accattivante e moderno.

Le tre versioni di Ducati Scrambler
Le tre versioni di Scrambler

Il nuovo Scrambler si propone come la scelta perfetta per chi vuole una moto dallo stile unico e
riconoscibile, dinamica e divertente, accessibile e versatile per un uso quotidiano. Una moto
disegnata per chi cerca la libertà e desidera condividere con gli altri il proprio stile e modo di essere.
La seconda generazione conferma quella semplicità e quell’autenticità che da sempre rappresentano valori essenziali per tutti gli appassionati della Ducati Scrambler. Motore bicilindrico Desmodue raffreddato ad aria, telaio a traliccio, manubrio largo, baricentro basso e divertimento nella guida vengono valorizzati da un’elettronica evoluta e da uno stile più moderno nelle linee e nei concetti. La Scrambler è disponibile in tre versioni: Icon, Full Throttle e Nightshift. Si tratta di tre moto dallo stile differente, accomunate da una posizione di guida rilassata e dal peso contenuto.

Le tre versioni di Ducati Scrambler
Le tre versioni di Scrambler

Lo stile della nuova Ducati Scrambler

Il nuovo Scrambler conserva il design iconico dando un tocco di freschezza agli elementi distintivi rendendoli più moderni. Il DRL (Daytime Running Light) anteriore, riconoscibile al primo sguardo grazie ai 4 settori circolari, marchio di fabbrica di questo modello, si assottiglia ed ha un design più netto per avere un taglio più moderno ed elegante. Il proiettore, ora full LED, mantiene l’iconica “X”. Anche il design del fanale posteriore, che resta full LED, evolve mantenendo la classica e riconoscibile forma a semicerchio. Anche gli indicatori di direzione sono a LED.

Il serbatoio, in acciaio, è stato ripensato e dotato di una cover intercambiabile che, insieme ai parafanghi e ai dettagli sul proiettore, dà il colore alla moto e permette una facile, rapida ma completa personalizzazione. Le cover in alluminio anodizzato poste al di sotto del serbatoio completano il design anteriore. La nuova strumentazione con TFT da 4,3” a colori e con HMI dedicata rende ancora più moderno il modello integrandosi perfettamente con lo stile della moto nelle forme e nella visualizzazione delle informazioni.

Ducati Scrambler
Ducati Scrambler

Il bicilindrico Desmodue ha nuovi coperchi frizione e alternatore caratterizzati dalla “X”, mentre le cartelle copricinghia hanno ora una forma più raffinata e in sintonia con il nuovo stile della moto. Lo scarico, anch’esso evoluto, ha linee ancora più essenziali ed il giro dei collettori lascia il motore completamente a vista.

Scheda tecnica

La nuova Ducati Scrambler si rinnova anche dal punto di vista tecnico. Pesa 4 chili in meno: ciò consente di avere una moto più maneggevole e facile da guidare. La ciclistica è completamente nuova e contribuisce in modo importante alla riduzione complessiva del peso della moto. Il telaio rimane a traliccio ma viene aggiornato e alleggerito. Il forcellone è nuovo e ora è abbinato a un ammortizzatore riposizionato al centro della moto.

Anche il motore è stato rielaborato: le modifiche hanno consentito di ridurne il peso. Infine, per un feeling più sportivo, adesso il telaietto posteriore è separato dal telaio principale. Miglioramenti nella guida arrivano anche da un angolo di sterzo leggermente aumentato che contribuisce alla facilità d’uso sia nelle manovre che nel traffico urbano. I cerchi dal nuovo design confermano le misure di 18 e 17 pollici rispettivamente all’anteriore e al posteriore. Il Desmodue “dimagrisce” di circa 2,5 kg rispetto al propulsore della versione precedente ed è stato equipaggiato con una nuova frizione a otto dischi, più morbida nell’azionamento. Quest’ultima è anche più compatta: ciò ha permesso di ridurre gli ingombri laterali del relativo coperchio offrendo così più spazio al piede del motociclista.

Ducati Scrambler
Ducati Scrambler

Il nuovo Scrambler è inoltre dotato di tamburo cambio montato su cuscinetti, che permette una cambiata più fluida e precisa. È stata introdotta la gestione Ride by Wire dell’acceleratore. Questa soluzione, che da un lato rende la risposta del motore pronta ad ogni angolo d’apertura dell’acceleratore, restando sempre progressiva e facile da gestire a tutti i regimi, dall’altro permette l’adozione del Ducati Traction Control e di avere due Riding Mode: Road e Wet. Quest’ultimo, pensato specificamente per la guida sui asfalto bagnato, offre una risposta dell’acceleratore più dolce e una calibrazione del controllo di trazione più orientata a stabilità e sicurezza. La dotazione di serie è completata dall’ABS Cornering, fondamentale per rendere la guida ancora più sicura.

Grazie all’arrivo del Ride by Wire, la nuova generazione di Desmodue ha la possibilità di montare il Quick Shift up/down, previsto come dotazione standard sulla Full Throttle e disponibile come accessorio sul resto della gamma. Sempre come accessorio è disponibile il Ducati Multimedia System, che offre la possibilità di gestire musica e chiamate connettendo il proprio smartphone alla moto.

Ducati Scrambler
Ducati Scrambler

Il bicilindrico a due valvole raffreddato ad aria eroga una potenza massima di 73 cavalli, ed è disponibile anche nella versione da 35 kW per i motociclisti con patente A2. Le Scrambler Icon, Full Throttle e Nightshift, arriveranno nelle concessionarie italiane a marzo 2023.

Ducati Scrambler Icon

Il modello Icon rappresenta la Scrambler per eccellenza. Il nuovo serbatoio è l’elemento che dà forma al concetto di personalizzazione della versione Icon. La porzione colorata, infatti, è una cover che può essere sostituita, e lo stesso vale per i parafanghi, i tag sui cerchi e le piccole cover del proiettore anteriore. Così il look della Scrambler può adattarsi a tutti i gusti senza particolari complicazioni. Infatti, ai tre colori di serie (‘62 Yellow, Thrilling Black e Ducati Red) se ne aggiungono altri sei, disponibili come accessori, che consentono di poter scegliere fra nove livree diverse. Tra le colorazioni disponibili troviamo il Rio Celeste, il Jade Green, o in alternativa il Velvet Red. Il manubrio è più basso e più vicino al motociclista: in questo modo migliora la manovrabilità. La sella presenta un andamento più rastremato e filante.

Scrambler Full Throttle: la versione sportiva

Lo Scrambler Full Throttle è la proposta più sportiva della gamma 2023 e si ispira alle competizioni Flat Track americane sugli ovali sterrati. Le tabelle portanumero laterali riportano il numero 62 (il 1962 è stato l’anno del debutto della prima Ducati Scrambler) in perfetto stile Tracker e, assieme al paracoppa, definiscono un’estetica decisamente più grintosa per chi non vuole passare inosservato.

Il carattere sportivo della versione Full Throttle è sottolineato dalla sella con rivestimento del look sportivo, dalla livrea dedicata in Rosso GP19/Dark Stealth e della finitura nera dei paracalore dello scarico e delle cover laterali anteriori. Completano la dotazione un parafango anteriore più corto, un codino privo del parafango posteriore, i tag rossi sui cerchi in lega, il silenziatore Termignoni omologato, le frecce a LED Ducati Performance e il Quick Shift up/down di serie. Anche la posizione di guida, grazie ad un manubrio più basso e a sezione variabile rispetto a quello della Scrambler Icon, cambia e diventa più sportiva.

Scrambler Nightshift: la versione elegante

La più elegante nella gamma 2023 è la Ducati Scrambler Nightshift, contraddistinto da dettagli più classici e raffinati, come la sella, in stile Cafè Racer, impunturata e nella tonalità cuoio scuro, o l’alternanza di superfici lucide e opache. Anche questa versione è caratterizzata dalle tabelle portanumero laterali, dal parafango anteriore minimale, dall’assenza del parafango posteriore, dalle finiture nere per i particolari estetici in alluminio, oltre che dagli indicatori di direzione a LED compatti.
La colorazione Nebula Blue e i cerchi a raggi, ora completamente neri, rendono la Nightshift decisamente sofisticata nell’estetica, che si completa – come sull’omonimo modello della generazione precedente – con un manubrio a sezione variabile dall’andamento piatto e specchietti bar-end, anch’essi in stile Cafè Racer.

Personalizzazioni

Per dare la possibilità agli futuri proprietari di esprimere il proprio stile nel miglior modo possibile, e di avere quindi una moto unica, Scrambler offre una vasta scelta in termini di abbigliamento e accessori. La collezione di questi ultimi parte dalle tre proposte per lo scarico realizzate da Termignoni, cominciando dal silenziatore omologato con finitura nera e anello a contrasto disponibile in giallo, rosso o blu. Si prosegue con lo scarico completo in acciaio, non omologato, montato in posizione laterale alta in perfetto stile Flat Track, con finiture in nero e corredato da mappatura dedicata per la centralina. La terza proposta è un silenziatore corto non omologato, anch’esso in acciaio, sempre con finitura nera e corredato di mappa dedicata.

Anche per queste due versioni sarà possibile scegliere il colore dell’anello a contrasto fra le tre tinte proposte. Il catalogo comprende anche altri accessori, tra cui le selle, le cover colorate, tanti dettagli ricavati dal pieno – pedane, specchietti, tappi serbatoio – e borse morbide, tutti visualizzabili tramite il configuratore online.

Motore

Il propulsore è un bicilindrico ad L, due valvole, raffreddato ad aria e olio con cilindrata totale pari a 803 cm³, omologato EURO 5. Ha un alesaggio di 88 mm ed una corsa di 66 mm (si tratta di un motore superquadro, quindi condizione tipica dei motori sportivi in quanto la corsa è minore dell’alesaggio) ed è stato rivisitato e dotato di Ride-by-Wire, per privilegiare accelerazioni fluide ad ogni regime.

Il motore Desmodue dello Scrambler ha carter e coperchi frizione e alternatore in alluminio. Le cover cinghia in plastica consentono una riduzione di peso di circa 400 grammi. L’adozione del sistema Ride-by-Wire ha altresì consentito la possibilità di definire due Riding Mode, Road e Wet, per adattare l’erogazione alle situazioni, e di dotare la Scrambler di un controllo di trazione regolabile su 4 livelli di intervento e disattivabile.

Il Desmodue si integra perfettamente con il compatto serbatoio in acciaio dalla caratteristica forma a goccia ed è stato dotato di un corpo farfallato da 50 mm di diametro, comandato elettronicamente, per garantire un’erogazione fluida in ogni condizione. La nuova frizione a otto dischi, a bagno d’olio, è di derivazione Monster con comando idraulico e garantisce una frizione dal carico molto leggero e un’ottima modulabilità: un grande aiuto per gestire i continui arresti e partenze nel traffico cittadino. Questa generazione di Desmodue vanta anche un tamburo del cambio montato su cuscinetti per rendere la cambiata più precisa e dolce. Il cambio a sei rapporti è ora dotabile di quickshifter, proposto come optional (quindi con sovrapprezzo) su Icon e compreso invece nella dotazione di serie su Full Throttle e Nightshift. Il bicilindrico Desmodue eroga una potenza di 73 CV a 8.250 giri/minuto ed una coppia di 65,2 Nm a 7.000 giri/minuto.

La ciclistica della nuova Ducati Scrambler

La Ducati Scrambler è dotata di un telaio a traliccio tubolare d’acciaio a doppia trave superiore con telaietto posteriore imbullonato, per venire incontro alle esigenze dei preparatori che vogliano spingersi verso personalizzazioni radicali. Il telaio “abbraccia” il motore e si prolunga fin sotto la sella. Il cannotto di sterzo è ora inclinato di 24° e, assieme all’avancorsa di 108 mm, offre grande agilità sia nel traffico cittadino, sia sui tornanti in montagna. Grazie al manubrio largo muoversi tra gli ostacoli urbani è semplificato.

Il serbatoio del carburante, realizzato in acciaio nell’inconfondibile forma a goccia, ha una capacità di 13,5 litri. Il telaio e le quote ciclistiche dello Scrambler permettono di avere una guida rilassata, facile ma allo stesso tempo divertente.

Le sospensioni sono Kayaba e sfruttano una forcella a steli rovesciati da 41 mm ed un ammortizzatore regolabile nel precarico molla. Entrambi consentono una corsa ruota di 150 mm per copiare al meglio ogni asperità stradale. Questo mix di comfort e prestazioni conferma l’attitudine multiuso di questo modello, per permettere sempre a chi è in sella di esprimere sé stesso.
Nelle versioni Icon e Full Throttle troviamo di serie le nuove ruote in alluminio a quattordici razze. Il modello Night Shift adotta invece ruote a raggi. Il cerchio anteriore da 3,00’’ x 18’’ e quello posteriore da 5,50’’ x 17’’ sono stati disegnati per essere leggeri e montano pneumatici Pirelli MT60 RS da 110/80 ZR18 all’anteriore e da 180/55 ZR17 al posteriore.

Per garantire la massima prestazione in termini di frenata, all’anteriore è stato montato un disco singolo da 330 mm di diametro, accoppiato a una pinza a quattro pistoncini monoblocco Brembo con attacco radiale. Al posteriore invece ci sono un disco da 245 mm e pinza ad un pistoncino.

FONTI VERIFICATE

Ufficio stampa Ducati

Lascia un commento