Home » Formula E Gen3:l’auto da corsa più efficiente mai realizzata

Formula E Gen3:l’auto da corsa più efficiente mai realizzata

L'auto da corsa Gen3 di Formula E rappresenta un balzo in avanti per il Motorsport e la mobilità elettrica. Ecco il perchè

Categorie Automotive · Motorsport

Il futuro del Motorsport completamente elettrico è rappresentato dalla nuova Formula E Gen3. Tale vettura, progettata e ottimizzata specificamente per le corse su circuiti cittadini, rappresenta un connubio di alte prestazioni, efficienza e sostenibilità. Obiettivo principale degli ingegneri è quello di dimostrare che, con la nuova Formula E Gen3, alte prestazioni e sostenibilità possono coesistere senza alcun compromesso. Il debutto è previsto per la nona stagione ABB FIA Formula E World Championship che sarà l’anno prossimo.

Formula E Gen3
Formula E Gen3

Nel frattempo sono state svelate a Monaco, alcune specifiche tecniche le quali cambieranno radicalmente tutto l’approccio al campionato. “Monaco è la casa spirituale del Motorsport e non c’è posto più adatto per svelare la nostra macchina da corsa. La Formula E Gen3 sconvolge e sfida le convenzioni del Motorsport, stabilendo il punto di riferimento per prestazioni, efficienza e sostenibilità.” Ha dichiarato Jamie Reigle, Chief Executive Officer, Formula E.

Il nuovo design e l’aerodinamica per gare più spettacolari

La nuova monoposto sfoggia un nuovo design generale della carrozzeria. I copriruota sono completamente scomparsi, e termina con due pinne a getto sul retro. Infatti, per l’aerodinamica, spiegano i tecnici, si sono ispirati alle forme dei jet da combattimento. “Insieme alla FIA, siamo orgogliosi di rivelare ai fan la nuova Formula E Gen3. Vogliamo dimostrare all’industria sportiva in generale come lo sport d’élite, le alte prestazioni e la sostenibilità possono coesistere con successo nel campionato mondiale di Formula E”. Ha commentato il CEO, Jamie Reigle al lancio.

Formula E Gen3
Formula E Gen3

Più leggere e più piccole delle auto Gen2, la Formule E Gen3 presenta un passo più corto e una carreggiata più stretta oltre ad un peso ridotto a 760 Kg, circa 60 kg in meno rispetto alla Gen2. La Formula E spera che il nuovo design garantisca corse più agili e divertenti, e con minori opportunità di contatto tattico per i piloti.

“La Gen3 è una creatura progettata per il suo habitat: correre per le strade cittadine in combattimenti ruota a ruota”

Jamie Reigle 

Le squadre non sono ancora a conoscenza del formato sportivo finale della stagione di Formula E 2023. I dettagli sulla struttura delle gare sono attualmente in discussione da parte della FIA e della Formula E e dovrebbero essere confermati ai team a breve.

Formula E Gen3: le batterie e il telaio

Uno dei principali obiettivi di sviluppo per la  Formula E Gen3 era quello di implementare la ricarica rapida. La gara iniziale emessa dalla FIA richiedeva  di “elevare l’attuale tecnologia della batteria dell’auto attraverso una migliore densità di energia, ciclo di vita, capacità di alimentazione e durata”. Gli ingegneri hanno raggiunto l’obiettivo. La nuova Formula E Gen3 ha una capacità di ricarica ad altissima velocità di 600 kW per energia aggiuntiva durante una gara, quasi il doppio della potenza dei caricabatterie commerciali più avanzati al mondo. La FIA ha anche approvato un obiettivo di ricarica rapida di 30 secondi. Questo consentirebbe una ricarica parziale della batteria durante un pitstop a metà gara.

Il nuovo regolamento include un nuovo telaio standardizzato per la serie. Esso è stato rinforzato per far fronte all’equipaggiamento rigenerativo nella parte anteriore dell’auto. Inoltre, ogni telaio deve avere la capacità di competere in (fino a 18) incontri di gara in una singola stagione, oltre a sei giorni di test ufficiali.  Dato che la Formula E Gen3 è anche più leggera sono state fatte riconsiderazioni sulla modifica della distribuzione del peso e della forma delle batterie, nonché della struttura della monoscocca. Potrebbe interessarti anche: Gestione termica delle batterie di un’auto elettrica: come funziona?.

Formula E Gen3: le prestazioni

La Formula E Gen3 sarà la prima vettura formula in assoluto con propulsori anteriori e posteriori a gareggiare a livello internazionale. Uno sull’asse posteriore da 350 kW. L’altro sull’asse anteriore da 250 kW. Quest’ultimo fungerà da generatore recuperando circa il 40% di energia ogni GranPrix. Il nuovo pacchetto raddoppierà la possibilità rigenerativa rispetto all’attuale vettura Gen2 per un totale di 600kW. Un’altra novità è che l’auto non sarà dotata di freni idraulici posteriori a causa dell’aggiunta della MGU anteriore.

Formula E Gen3
Formula E Gen3

Il lancio della Gen3 spinge l’ingegneria del software in avanti come un nuovo campo di battaglia per l’innovazione e la competizione degli sport motoristici. Gli aggiornamenti delle prestazioni della  Formula E Gen3 verranno forniti come aggiornamenti software direttamente al sistema operativo avanzato integrato nell’auto. I produttori, sarebbero tenuti a garantire lo stesso pacchetto software e gli stessi aggiornamenti ai propri client. Si prevede così una maggiore parità tra i team e si riducono i costi per sviluppare il proprio software.

Formula E Gen3
Formula E Gen3

Per quanto riguarda le prestazioni, la Formula E  Gen3 raggiunge la notevole  velocità di 322 km/h. Complessivamente queste vetture saranno molto più veloci. In più, la combinazione di peso ridotto, propulsore elettrico e rigenerazione le renderà da 2 a 4 secondi più veloce sia in qualifica che in condizioni di gara. I tecnici affermano inoltre che il 95% dell’energia prodotta viene convertita in energia meccanica alle ruote. Tutti questi accorgimenti rendono la Gen3 l’auto più efficiente di sempre.

Formula E Gen3: la sostenibilità al centro dello sviluppo

La sostenibilità è un elemento chiave della missione generale della Formula E Gen3. La serie dice che questa sarà la prima vettura Formula che incorpora il Life Cycle Thinking, o il modo in cui i componenti usati vengono gestiti una volta rimossi dal servizio. Tutti i fornitori opereranno in linea con i più severi benchmark di sostenibilità per ridurre l’impatto ambientale.  

Formula E Gen3
Formula E Gen3

Le batterie della Gen3 sono tra le più avanzate mai realizzate, costituite da minerali provenienti da fonti sostenibili, mentre le celle della batteria verranno riutilizzate e riciclate a fine vita. I nuovi pneumatici Hankook, avranno una composizione complessiva del 26% fatta di materiali sostenibili. Tutti gli pneumatici saranno completamente riciclati dopo le gare.

Il lino e la fibra di carbonio riciclata verranno utilizzati per la prima volta nella costruzione di carrozzerie in un’auto formula. Il materiale verrà riciclato da auto Gen2, tramite lo stesso processo utilizzato dalle industrie aeronautiche e aerospaziali. Così, anche la quantità complessiva di fibra di carbonio vergine utilizzata sarà minore. Ciò ridurrà l’impronta di carbonio utilizzato di oltre il 10%. . 

“Per me, la cosa fondamentale è l’efficienza”. Ha spiegato a Engadget il direttore della Mahindra Racing Dilbagh Gill. “Se guardi ogni parametro della nuova è più ottimizzato. Il 40% di rigenerazione è davvero sorprendente e penso che sia qualcosa che sarà applicabile alle auto stradali in futuro. Qualcosa da cui impareremo molto”.

Formula E Gen3
Formula E Gen3

Sebbene la Formula E ha effettuato test e simulazione in pista, i team devono ancora iniziare a guidare la nuova vettura. L’entusiasmo è alto. Basti pensare che 7 delle principali case automobilistiche mondiali si sono registrate per gareggiare nella stagione 9 dell’ABB FIA World Championship. Esse sono: DS Automobilis , Francia; Giugiaro, Regno Unito; Mahyndra Racing, India; Maserati, Italia; Nio 333, Regno Unito e Cina; Nissan, Giappone; Porsche AG , Germania.

FONTI VERIFICATE

Lascia un commento