Home » Mercedes MGP W01, il ritorno della Stella in Formula Uno

Mercedes MGP W01, il ritorno della Stella in Formula Uno

La monoposto nata dalla Brawn GP che segna il ritorno della Casa di Stoccarda nel Circus, a partire dal 2010, insieme a Schumacher.

Categorie Automotive · Motorsport

“La MGP W01 è stata la prima “Silver Arrow ” della nuova era”. Questa è la frase che descrive al meglio la monoposto Mercedes pensata per competere nel Mondiale di Formula Uno. La vettura, infatti, segna il grande ritorno della Casa tedesca nel Circus in maniera ufficiale, un qualcosa che mancava dal 1955. Ma la Mercedes MGP W01 rappresenta anche un rientro nelle corse di un personaggio d’eccezione: Michael Schumacher.

Mercedes MGP W01
Michael Schumacher a bordo della MGP W01. Credit: mercedesamgf1.com

Una storia che parte da lontano

Prima di parlare della MGP W01 bisogna descrivere una storia di diversi decenni precedenti. Come detto, la monoposto del 2010 è simbolo del ritorno Mercedes, specificando come squadra ufficiale in quanto la Casa di Stoccarda era già presente in Formula Uno come motorista, ad esempio di McLaren. Per veder sfrecciare una “Silver Arrow”, “Freccia d’Argento”, bisogna tornare almeno a metà degli anni ’50, periodo in cui le vetture della Stella correvano i primi Campionati di F1. In particolare, l’ultima a rappresentare l’azienda tedesca in questo ambito è stata la Mercedes-Benz W 196 R, guidata da Juan Manuel Fangio. L’argentino, proprio con la Silver Arrow, ottiene due titoli Mondiali che rimarranno nella storia.

Mercedes MGP W01
Juan Manuel Fangio alla guida della Mercedes-Benz W 196 R nel 1954. Credit: mercedesamgf1.com

La Mercedes, infatti, in quegli anni era tra le principali protagoniste della maggiori competizioni, partecipando non solo ai Gran Premi di Formula Uno ma anche, ad esempio, a gare di durata come la 24 Ore di Le Mans. Proprio in occasione di questa corsa, nel 1955 vi fu un grave incidente che coinvolse la Mercedes SLR di Levegh: la vettura carambolò sugli spettatori uccidendone 80. Da quel giorno, la Casa di Stoccarda abbandona le gare come team ufficiale, rimanendo scossa per l’accaduto.

Mercedes MGP W01
La Mercedes SLR. Credit: goodwood.com

Mercedes dopo l’incidente di Le Mans

Dal tragico epilogo francese, la Mercedes sarà ancora presente nelle competizioni ma, principalmente, come fornitrice di motori o consulenza tecnica. Un esempio sono i progetti con Sauber, rinomato team elvetico di Formula Uno, con cui la Casa tedesca ha prodotto vetture per il Campionato Mondiale Endurance come la C9 e la C11. Altra grande collaborazione dell’azienda tedesca nel motorsport è quella con la già citata McLaren, per la quale Mercedes ha fornito i motori F1 nel corso di diversi anni, vincendo anche dei titoli.

Mercedes MGP W01
La Sauber Mercedes C9. Credit: goodwood.com

Il ritorno delle Frecce d’Argento grazie alla Mercedes MGP W01

Per rivedere una Mercedes in veste di team ufficiale, perciò, bisogna attendere fino al 2010, anno in cui la Casa di Stoccarda rientra in Formula Uno con il tipico colore argento. Il grande ritorno, in realtà, viene annunciato già il 16 novembre 2009, quando la Mercedes dichiara l’acquisizione della Brawn GP, squadra Campione del Mondo di quell’anno, sia Costruttori che Piloti. Il team con sede a Bracley, in Inghilterra, era stato la squadra rivelazione dell’anno, con Rubens Barrichello e Jenson Button (Campione del Mondo) alla guida.

Mercedes MGP W01
La Brawn GP 001 in azione, vettura Campione del Mondo 2009. Credit: goodwood.com

I successi della squadra fondata da Ross Brawn spingono la Mercedes a rientrare ufficialmente nel Circus. La Casa di Stoccarda, infatti, collaborava già con la Brawn GP come fornitrice del motore V8, dunque Ross accetta la proposta dell’acquisizione completa. Il nuovo team, perciò, nel 2010 si chiama Mercedes GP, mentre la prima monoposto a rappresentare la squadra prende il nome di MGP W01. Dopo una prima presentazione della squadra e della livrea a Brackley il 26 gennaio 2010, la vettura ufficiale viene svelata il 1° febbraio al Circuito Ricardo Tormo di Valencia, sede dei test invernali precampionato. Durante la prima presentazione, infatti, viene soltanto mostrata la Brawn GP 001 con i colori Mercedes.

Mercedes MGP W01
La presentazione della livrea per la MGP W01 con la presenza di Ross Brawn, dei piloti e dei dirigenti della squadra. Credit: mercedesamgf1.com

Gli aspetti tecnici della Mercedes MGP W01

La Mercedes MGP W01 di inizio stagione è abbastanza simile alla Brawn GP 001 del 2009, con la differenza sostanziale riguardante il cofano motore. Questo, infatti, è più ampio per ospitare un serbatoio più capiente, in quanto dal 2010 la FIA proibisce i rifornimenti al fine di incrementare la sicurezza durante la sosta ai box. Il motore è ancora un V8 a 90° come sulla GP 001, mentre il peso vettura è di 620 kg.

Mercedes MGP W01
La Mercedes MGP W01. Credit: mercedesamgf1.com

L’inizio di stagione

La Mercedes MGP W01 debutta ufficialmente a Valencia, guidata dal giovane Nico Rosberg ed il pluricampione del Mondo Michael Schumacher, ritornato in Formula Uno clamorosamente dopo il ritiro annunciato a Monza nel 2006. Il trio tedesco è completato da Nick Heidfeld nel ruolo di terzo pilota e collaudatore fino ad agosto, quando la Pirelli lo ingaggia per i test delle nuove coperture 2011. Le prime uscite della monoposto 2010 sono molto buone, con i due piloti ufficiali che segnano ottimi tempi, spesso anche in testa alla classifica giornaliera dei test invernali.

Mercedes MGP W01
La presentazione della MGP W01 a Valencia. Credit: mercedesamgf1.com

Dopo l’ultima sessione di test precampionato a Barcellona, ancora con tempi buoni per la MGP W01, si vola in Bahrain per la prima gara stagionale, dove entrambe le Mercedes sono a punti. Il secondo appuntamento in Australia vede ancora le due Frecce d’Argento in zona punti, con Rosberg 5° e Schumi 10°. In occasione della gara successiva in Malesia, invece, arriva il primo podio Mercedes grazie a Rosberg, 3°. Il fatto non accadeva dal GP d’Italia del 1955. Il giovane pilota, figlio di Keke, sale nuovamente sul gradino più basso in Cina, per la gara successiva.

Mercedes MGP W01
Nico Rosberg che festeggia la terza posizione in Malesia nel 2010. Credit: f1.com

Il proseguo della stagione

In occasione del Gran Premio di Spagna a Barcellona, la Mercedes presenta una versione a passo lungo della MGP W01. L’aggiornamento permette per la prima volta a Schumacher di terminare una gara davanti al compagno di squadra, nonché a ridosso del podio. Da quel momento, però, la stagione della Mercedes cambia volto, diventando meno competitiva ed ottenendo solo più un podio a Silverstone, ancora con Rosberg. Il campionato 2010, terminato ad Abu Dhabi con la lotta per il titolo tra Alonso e Vettel, vede comunque la Mercedes classificarsi al quarto posto tra i Costruttori. La MGP W01 è stata, dunque, la monoposto della Stella che, oltre a decretare il ritorno in F1 della Casa, ha aperto le porte verso i successi futuri.

Mercedes MGP W01
Nico Rosberg insieme a Michael Schumacher. Credit: f1.com

Immagine di copertina: Nico Rosberg alla guida della Mercedes MGP W01. Credit: mercedesamgf1.com

Lascia un commento