SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

MotoGP: salta il GP di Thailandia 2020 causa Coronavirus

Dopo il GP del Qatar, primo appuntamento stagionale, salta anche il GP di Thailandia per la medesima causa: il Coronavirus COVID-19. La gara si sarebbe dovuta disputare il 22 Marzo, due settimane dopo il GP di Losail.

La notizia del rinvio arriva direttamente dal governo thailandese, per via del vice premier e Ministro della Salute Anutin Charnvirakul:

Non dico che la gara è stata cancellata, dico solo che è rinviata fino a quando non ci sarà permesso di realizzare l’evento. È a causa del Coronavirus. Dobbiamo rimandare la gara fino a nuovo avviso. Dobbiamo muoverci in accordo con ciò che sta succedendo in tutto il mondo ed è nell’interesse della nazione e dei partecipanti“.

A differenza del GP del Qatar, in cui correranno Moto2 e Moto3, il GP di Thailandia è rinviato per tutte e tre le classi.

Con il rinvio del GP di Thailandia nessuna gara di MotoGP nel mese di Marzo

Il rinvio del GP di Thailandia fa slittare di fatto l’inizio del Mondiale della classe regina delle moto ad Aprile: infatti quelle appena annullate erano le uniche due tappe del mese di Marzo. Il primo GP si svolgerà quindi al Circuito delle Americhe di Austin, in Texas, il 5 Aprile. Bisogna però vedere come evolverà la situazione Coronavirus negli Stati Uniti e cosa decideranno eventualmente il Governo Centrale e quello del Texas.

Tracciato di Buriram, dove si corre il GP di Thailandia
PH: motorbox.com

La Thailandia è entrata nel calendario della MotoGP solamente nel 2018, e le prime due edizioni si erano svolte ad Ottobre. Quest’anno invece era stata prevista come seconda gara dopo quella dell’emirato qatariota.

Quando si correrà il GP di Buriram?

La FIM, la Dorna e l’IRTA stanno già pensando in quale data collocare il Gran Premio di Thailandia.

Calendario della MotoGP 2020
PH: inmoto.it

Il GP potrebbe essere recuperato solo dopo la pausa estiva, e non sarà facile soprattutto a livello logistico. Basti pensare che nel caso di un recupero (presumibilmente a ottobre) si dovrebbe correre in 9 fine settimana su 13. Si tratta di una situazione analoga a quella del GP di Cina di Formula 1, che è per ora solo rinviato ma che adesso risulta di difficile ricollocazione nel fitto calendario (22 gare).

La delusione di Rossi e Vinales

Arrivano anche le prime reazioni dal paddock della MotoGP. I due alfieri della Yamaha Valentino Rossi e Maverick Vinales sono chiaramenti delusi per quanto sta accadendo nelle ultime ore.

Maverick Vinales e Valentino Rossi
Maverick Vinales e Valentino Rossi
PH: MSN.com

Valentino Rossi

È veramente un peccato, una brutta notizia. Dopo un inverno passato ad allenarci eravamo pronti a cominciare la stagione, sia fisicamente sia psicologicamente. Non vedevo l’ora di affrontare la prima gara dopo i test in Qatar. È una notizia difficile, anche per i tifosi. Ora non sappiamo quanto dovremo aspettare per correre il primo GP. Dato che che il GP in Thailandia è stato rinviato per tutte le classi immagino che debba passare molto tempo. Spero che la situazione migliori nelle prossime setimane“.

Maverick Vinales

È un peccato quanto deciso per Qatar e Thailandia, sono piste che mi piacciono molto e penso di riuscire ad andare molto forte su entrambi i circuiti. Abbiamo concluso i test in Qatar con ottime sensazioni, avevo particolarmente voglia di affrontare il primo GP. Immagino quanto siano dispiaciuti anche tutti i nostri tifosi. Ma allo stesso tempo capisco la criticità della situazione che stiamo vivendo con l’emergenza coronavirus. Speriamo che si torni alla normalità prima possibile per cominciare la stagione“.

Leggi anche:

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Mattia Martishttps://vehiclecue.it
Mi chiamo Mattia, e studio ingegneria meccanica presso l'Università degli studi di Cagliari. Mi appassionano in generale tutti i mezzi di trasporto e in particolare le automobili.