SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Nuova BMW M3 2020: la sfida alla Giulia Quadrifoglio è lanciata

La nuova berlina sportiva di Monaco presenta novità a livello di stile e adotta per la prima volta la trazione integrale xDrive

La nuova BMW M3 2020, dopo le immagini sfuggite lunedì, è stata ufficialmente presentata. La base è quella della nuova BMW Serie 3, sigla di progetto G20, di cui costituisce la variante più sportiva. Anzi, le varianti più sportive: infatti al lancio saranno disponibili due varianti, la M3 standard e la versione Performance. Andrà a sfidare auto come l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, la Audi RS4 Avant e la Mercedes C 63 AMG.

Rispetto alla vecchia M3 vi sono dei cambiamenti importanti, in primis per quanto riguarda le dimensioni:

  • lunghezza: 4794 mm
  • larghezza: 1903 mm
  • altezza: 1433 mm
  • passo: 2857 mm

Nuova BMW M3 2020, estetica e aerodinamica

Per la nuova M3 2020 il costruttore bavarese ha deciso di adottare il discusso frontale della BMW Serie 4 Coupé, che come potete ben immaginare in questo caso è ancora più esagerato e dà molto carattere alla berlina tedesca. La scena è presa dal grande doppio rene, sviluppato in altezza, che per l’occasione ha la griglia a sette listelli orizzontali (peccato per la targa e il radar in basso a destra che rovina un po’ l’insieme). I designer hanno trovato modo di esaltare questo elemento scavando il cofano motore tra i due reni e ai lati dei due reni creando così due volumi in rilievo (dotati tra l’altro di due sfoghi dell’aria finti).

Nuova BMW M3 2020

Ai lati del doppio rene si aprono due generose prese d’aria di grosse dimensioni: all’interno vi sono le prese d’aria per i freni, nella parte più esterna invece viene catturata aria supplementare destinata al radiatore (in funzione quindi del raffreddamento del sei cilindri in linea). Alle estremità dei paraurti troviamo due ulteriori condotti, che prendono il nome di Air Curtains, il cui scopo è quello di ottimizzare l’efficienza aerodinamica del veicolo alle alte velocità riducendo il drag. Il coefficiente di resistenza aerodinamica cD è di 0,33 per una superficie frontale di 2,34 m².

La vista laterale propone una vettura dalle forme classiche dotata di elementi sportivi come le minigonne nere di ispirazione racing e i passaruota maggiorati, con i cerchi di lega forgiati M, di dimensioni diverse sui due assi: sull’asse anteriore sono da 18 pollici (con pneumatici 275/40 ZR18), sull’asse posteriore da 19 pollici (con pneumatici 285/35 ZR19). Per la M3 Competition xDrive i cerchi sono da 19 pollici e 20 pollici con pneumatici 275/35 e 285/30 

La parte posteriore è parecchio aggressiva, con il generoso diffusore che integra due coppie di doppi scarichi da 100 mm di diametro ciascuno e con rifinitura in cromo nero. All’estremità della coda è posizionato uno spoiler dotato di un intaglio centrale che lavora assieme alle pinne che si trovano sul tetto per generare carico. Sia lo spoiler che il tetto sono realizzati in materiale composito rinforzato con fibra di carbonio (CFRP), materiale che grazie alla sua leggerezza contribuisce all’abbassamento del baricentro della vettura, con beneficio per la guidabilità della stessa.

I sottili fanali sono a sviluppo orizzontale con la classica firma luminosa a L rovesciata, che è ormai un marchio di fabbrica BMW.

Nuova BMW M3 2020: il gruppo motopropulsore

Motore

La nuova BMW M3 2020 monta un propulsore sei cilindri in linea con quattro valvole per cilindro dalla cilindrata di 2993 cc declinato in due livelli di coppia e potenza:

  • 487 CV a 6250 giri e 550 Nm tra 2650 e 6130 giri per la M3 Standard
  • 517 CV a 6250 giri, con linea rossa a 7200 giri e 650 Nm tra 2750 e 5500 per la M3 Competition

Questo motore è dotato di tecnologia M TwinPower Turbo: può infatti contare su due turbocompressori di tipo mono-scroll, che inviano l’aria compressa rispettivamente ai cilindri 1 – 3 e 4 – 6. Per ottimizzare la potenza erogata dispone di un intercooler indiretto alimentato da un circuito a bassa temperatura e speciali compressori. La valvola di scarico aiuta a fornire un’istantanea risposta ai turbocompressori, oltre a incrementare l’efficienza dei convertitori catalitici posizionati in prossimità del motore.

L’iniezione è diretta, con il combustibile che viene immesso nella camera combustione a una pressione che può toccare i 350 bar, permettendo di ridurre i tempi di immissione del combustibile nella camera e ottenere una migliore miscela. La nebulizzazione finale del carburante garantisce inoltre un processo di combustione pulito e riduce le emissioni del motore. Altri elementi della tecnologia M TwinPower Turbo includono la fasatura variabile delle valvole VALVETRONIC e la fasatura variabile dell’albero a camme Double-VANOS. Per rispettare le norme antinquinamento il sei cilindri è dotato di filtro antiparticolato (omologazione euro 6d).

Nuova BMW M3 2020

Il sei cilindri inoltre è dotato di soluzioni che permettono di ridurne il peso e di massimizzarne il rendimento:

  • carter con costruzione closed-desk per una elevata rigidità, a vantaggio della pressione di combustione
  • pareti dei cilindri sono rivestite con ferro spruzzato ad arco per ridurre il peso e le perdite per attrito
  • l’albero di trasmissione ha un’elevata rigidità torsionale per distribuire in maniera ottimale coppia e potenza
  • l’albero motore è forgiato, con vantaggi per il peso e le minori masse rotanti, così da ottenere una migliore erogazione agli alti regimi
  • la testata è realizzata con stampa 3D, e anche in questo caso ciò va a vantaggio di un minor peso e di una maggior libertà nella progettazione non data dalle tecniche di fusione dell’acciaio convenzionali, in particolare i condotti di refrigerazione sono stati progettati per gestire le temperature in modo ottimale.

Trasmissione

Arriviamo a parlare della trasmissione, e anche qui c’è da fare una distinzione tra la M3 base e la M3 Competition: se la prima è disponible con manuale o automatico, la seconda si può avere solo con l’automatico.

La trasmissione manuale è a sei rapporti ed è dotata del Gear Shift Assistant (cambiata assistita) che interviene, a detta di BMW, in fase di frenata per agevolare la scalata (la funzione è disattivabile). Rispetto al precedente modello è stato rivisto e reso più leggero l’alloggiamento per la campana della frizione. Un vantaggio del manuale rispetto al cambio M Steptronic a otto velocità è il peso minore, si parla di 25 kg risparmiati.

Il cambio automatico è l’M Steptronic a otto rapporti e può funzionare in modalità automatica o in modalità manuale attraverso le palette sul volante (che non sono solidali al piantone come avviene sulla rivale Giulia).

Trazione

La nuova BMW M3 si può avere con la trazione posteriore, o in alterntativa, per la prima volta nella storia di questo modello, con la trazione integrale M xDrive. La modalità di funzionamento è stata pensata espressamente per la M3: in condizioni di guida normali la coppia è trasferita alle sole ruote posteriori, mentre in caso di perdite di aderenza questa viene distribuita anche all’asse anteriore tramite una frizione a dischi multipli gestita elettronicamente. Comunque il conducente avrà la possibilità di selezionare una modalità 4WD Sport che permette di trasmettere la maggior parte della coppia all’asse posteriore anche in condizioni limite. Infine, con il controllo elettronico di stabilità disattivato, la trazione sarà sulle sole ruote posteriori. A migliorare la dinamica di guida contribuisce infine anche il differenziale attivo M posto sull’asse posteriore.

Nuova BMW M3 2020

Nuova BMW M3 2020: telaio, sospensioni, sterzo, freni

Telaio

La nuova BMW M3 2020 presenta modifiche anche al telaio, a tutto vantaggio delle prestazioni. Rispetto alla passata generazione il passo è più lungo (2857 mm) e le carreggiate sono più larghe, il baricentro è basso e la distribuzione dei pesi raggiunge il valore ottimale 50:50 (come la Giulia Quadrifoglio). Le modifiche specifiche fatte sulla carrozzeria e i supporti del telaio hanno aumentato la rigidità torsionale e longitudinale. Alcune di queste sono:

  • una maggiore rigidità del telaio ausiliario dell’asse anteriore in alluminio grazie un pannello di taglio in alluminio monopezzo con bretelle sottoporta integrate
  • elementi di rinforzo sottopavimento per le sezioni centrale e posteriore del telaio, tra cui una barra trasversale
  • misure di irrigidimento del vano di carico e un controtelaio su misura dell’asse posteriore con un collegamento rigido alla carrozzeria.

Sospensioni

L’asse anteriore con montante a molla a doppio snodo specifico M include bracci trasversali in alluminio di nuova concezione con giunti a sfera, un braccetto in alluminio con montaggio di nuova concezione, un cuscinetto girevole forgiato con morsetto a molla su misura e cuscinetti delle ruote leggeri con altissima stabilità del camber. Utilizzando componenti progettati specificamente per questi modelli, anche l’assale posteriore a cinque bracci soddisfa le esigenze in termini di dinamica di guida richieste dalle auto sportive ad alte prestazioni.

Grazie a queste soluzioni, BMW assicura risposte estremamente precise ad ogni movimento della ruota, uno sterzo che rimane neutro anche al limite e stabilità direzionale eccezionale anche in situazioni dinamicamente intense.

Gli ammortizzatori sono di serie a controllo elettronico. Le valvole a controllo elettromagnetico agiscono in pochi millisecondi per generare la forza di smorzamento richiesta per ogni singola ruota. Il conducente può selezionare tre modalità attraverso i menù M Setup:

  • Comfort: questo settaggio è ottimo per la guida di tutti i giorni e per i lunghi viaggi. L’assorbimento delle asperità del manto stradale è al massimo livello
  • Sport
  • Sport Plus: questo settaggio massimizza la performance per la guida in pista

Sterzo

La nuova BMW M3 2020 è dotata di sterzo con servoassistenza M Servotronic a rapportatura variabile. Il rapporto variabile si adatta alle variazioni dell’angolo di sterzata e contribuisce a conferire all’auto un eccellente equilibrio in rettilineo e precisione in curva. In questo caso il conducente può scegliere tra due settaggi, Comfort e Sport.

Freni

Di serie è previsto l’impianto frenante M Compound, che comprende dischi da 380 mm all’anteriore con pinza a sei pistonicini e e da 360 mm al posteriore con pinza monopistoncino. La pinza di serie è blu griffata M. In opzione si può avere l’impianto carboceramico M Carbon, con dischi maggiorati da 400 millimetri sull’asse anteriore e da 380 millimetri sul retro.

Anche la risposta dei freni è regolabile, in particolare varia la pressione che bisogna esercitare sul pedale del freno, più bassa in modalità Confort e più alta in modalità Sport.

Nuova BMW M3 2020

Nuova BMW M3 2020: prestazioni e consumi

Parliamo ora delle prestazioni. La nuova generazione di M3 ha un peso che ammonta a 1730 kg, ma nonostante ciò le prestazioni sono entusiasmanti:

M3M3 Competition
0-100 km/h (secondi)4,23,9
0-200 km/h (secondi)13,712,5
80-120 km/h (secondi)4,1 (in 4a) o 5,6 (in 5a)2,6 (in 4a) o 3,4 (in 5a)
Velocità massima (km/h)250*250*
*limitata elettronicamente. Sale a 290 km/h se si sceglie il pacchetto M Driver

Per quanto riguarda i consumi e le emissioni, si parla di 10,8 litri/100 km e 248 g/km di CO2 per la M3 e di 10,2 litri/100 km e 234 g/km di CO2 per la M3 Competition.

Nuova BMW M3 2020: gli interni

La nuova BMW M3 2020 ha interni di chiara impronta sportiva (ancora di più delle versioni più civili). L’allestimento interno di serie prevede rivestimenti di pelle Merino estesi anche ai pannelli porta e i sedili M Sport con poggiatesta integrato, regolazioni elettriche, riscaldamento e logo illuminato. In opzione si possono per la prima volta i sedili ventilati, mentre in alternativa sono offerti i sedili M Carbon a regolazione elettrica con rivestimenti di pelle e Alcantara, struttura di carbonio ad alto contenimento e soprattutto un peso inferiore di 9,6 kg rispetto alle sedute standard. I sedili sono inclusi nel nuovo pacchetto M Race Track, nel quale sono inclusi anche i freni carboceramici e i cerchi forgiati (che tolgono altri circa 15 kg), per una riduzione totale del peso di circa 25 kg. I nuovi sedili M Carbon hanno inoltre una sezione rimovibile superiore per la guida con il casco e sono già predisposti per i montaggio delle cinture a sei punti, ideale per chi vuole usare la sua M3 in pista.

Lo schermo da 12,3 pollici posizionato dietro il volante, chiamato Live Cockpit Professional, ha delle nuove schermate grafiche specifiche di questo modello, e dallo schermo centrale dell’infotainment da 10,25 pollici è possibile gestire i numerosi parametri di guida della vettura. Sul tunnel centrale si trova invece l’M Mode che permette di settare in base alle proprie preferenze le modalità Road, Sport e Track (quest’ultima solo con pacchetto M Performance) con diversi livelli di assistenza alla guida.

Nuova BMW M3 2020: disponibilità e prezzi

La nuova BMW M3 2020 sarà disponibile da marzo 2021, con prezzi che partiranno da 95.900 euro. Le versioni con la trazione integrale si potranno avere solo da giugno 2021.

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su vehiclecue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Mattia Martishttps://vehiclecue.it
Mi chiamo Mattia, e studio ingegneria meccanica presso l'Università degli studi di Cagliari. Mi appassionano in generale tutti i mezzi di trasporto e in particolare le automobili.