Home » Nuova Citroen C5 X: il ritorno dell’ammiraglia francese (sotto una nuova veste)

Nuova Citroen C5 X: il ritorno dell’ammiraglia francese (sotto una nuova veste)

La Citroen C5 X torna nei listini della casa del Double Chevron, ma non è più una convenzionale berlina bensì una crossover, nel senso più letterale del termine.

Categorie Automotive · Autoveicoli

Come già preannunciato in precedenza, nella giornata di oggi è stata svelata la nuova Citroen C5, a cui però è stata aggiunta una lettera, la X. La Citroen C5 X segna il ritorno dell’ammiraglia della casa del Double Chevron (se vuoi conoscere la sua storia, clicca qui) nel segmento delle ammiraglie, ruolo che ha avuto la C5 dopo l’uscita di scena della poco fortunata C6. Se la prima e la seconda generazione della C5 erano delle berline tradizionali (disponibili anche in versione station wagon), questa terza generazione X non è propriamente una berlina, ma una crossover. È infatti rialzata come una station wagon “avventurosa” (come una Subaru Outback o le Audi Allroad) o un suv, ma ha una carrozzeria che si potrebbe definire una due volumi e mezzo, con il mezzo volume posteriore piuttosto allungato.

Citroen C5 X: linee anticonvenzionali come da tradizione

Le dimensioni della nuova Citroen C5 X sono importanti, da vettura di segmento D:

  • lunghezza: 4.805 mm
  • larghezza: 1.865 mm
  • altezza: 1.485 mm
  • passo: 2.785 mm

La Citroen C5 X si ispira a un prototipo del 2016, la CXperience, non solo nel nome ma anche nelle forme. Possiamo notare come ad esempio l’impostazione del frontale sia piuttosto simile, con il Double Chevron che va a formare dei doppi baffi cromati che celano una sottile presa d’aria. Viene ripresa anche la soluzione stilistica dei fari con firma luminosa a Y, molto originali, che troviamo anche sulla nuova C4.

Incastonati tra le firme luminose a Y troviamo i proiettori principali, suddivisi in tre elementi quadrati piuttosto accattivanti. I fari fendinebbia si trovano invece nella parte bassa del paraurti, che è stato disegnato in modo da proporre un trapezio nel quale è stata ricavata un ulteriore feritoia per l’aria e la cui parte centrale è sporgente. Questo dà tridimensionalità e movimento alla superficie frontale. Il cofano anteriore è decisamente allungato e con una conformazione in grado di far risaltare i grandi passaruota, avendo la parte centrale leggermente rialzata.

Nuova Citroen C5 X 2021

La vettura, come detto, è leggermente rialzata da terra ma l’altezza complessiva è ridotta, e ciò si vede molto bene dalla vista laterale. A un’altezza ridotta corrispondono anche delle superfici vetrate poco estese, soprattutto nella parte posteriore dove si forma un gradino che alza ulteriormente la linea di cintura.

Citroen C5 X
Copyright William CROZES @ Continental Productions

Nella parte posteriore la nuova Citroen C5 X dà l’idea di essere un incrocio tra una berlina e una station wagon: il padiglione va ad abbassarsi, con il risultato di avere un lunotto molto inclinato come su una tre volumi, ma al tempo stesso si è mantenuto, nonostante l’accenno di terzo volume, il portellone come su una station. A dare dinamismo contribuiscono i due spoiler, uno in continuità con il padiglione e uno orizzontale alla base del lunotto. Nei fanali, anch’essi full led, viene riproposta la firma luminosa a Y già vista nei proiettori frontali.

Citroen C5 X
Copyright William CROZES @ Continental Productions

Un abitacolo ricco

Quello della Citroen C5 X è un abitacolo che viene descritto come comodo ma soprattutto spazioso per gli occupanti. In particolare i passeggeri posteriori, dice la casa francese, potranno contare su un ampio spazio per le gambe e per la testa, nonostante il padiglione spiovente. Un abitacolo da vera ammiraglia, che oltre ad avere finiture di ottima fattura (a giudicare dalle immagini), con una certa cura del dettaglio, promette di essere ben isolato dai rumori esterni, grazie all’utilizzo dei vetri anteriori e posteriori stratificati.

La plancia ha un’impostazione classica ma allo stesso tempo moderna: lo sviluppo è prettamente orizzontale, percezione accentuata dal formato molto allungato dello schermo dell’infotainment da 12″ montato a sbalzo, in una posizione che risulta ottimale per il conducente. Al di sotto dello schermo centrale trovano posto le bocchette del clima (che sono quattro, con le due superiori inframmezzate dal tasto delle quattro frecce) e, ancora più in basso, i comandi del climatizzatore. Bocchette e comandi del climatizzatore sono separati da una fascia orizzontale, in questo caso in radica, che visivamente divide in due la plancia.

Abitacolo nuova Citroen C5 X 2021
Copyright William CROZES @ Continental Productions

Non mancano poi la base per la ricarica wireless e quattro prese di USB-C. Il guidatore, che potrà beneficiare di una posizione di guida leggermente rialzata, può contare su un Extended Head Up Display, che proietta le informazioni come la velocità, più i segnali stradali e le mappe e che permette di non distogliere lo sguardo dalla strada.

Citroen C5 X: l'Extended Head Up Display
Copyright William CROZES @ Continental Productions

La presenza del portellone facilità l’accesso al bagagliaio, che è piuttosto capiente: con la configurazione a cinque posti la capacità è di 545 litri, che sale a 1640 abbattendo i sedili posteriori. Non mancano l’apertura e chiusura motorizzata e l’apertura che avviene semplicemente passando il piede sotto di esso, funzione utile quando si hanno entrambe le mani impegnate.

Copyright William CROZES @ Continental Productions

Citroen C5 X: sospensioni attive, motorizzazioni ibride e guida autonoma di livello 2

Uno dei punti di forza della Citroen C5 X sarà senza dubbio il comfort. Un’arma utilizzata da Citroen per aumentarlo sono le sospensioni con due fine corsa idraulici progressivi, uno di estensione e uno di compressione. Su questa vettura per di più sono a controllo elettronico, ed è così che Citroen cerca di ricreare quell’effetto “tappeto volante” che caratterizzava alcuni modelli passati, come DS19 o XM.

Lato motorizzazioni, si sa per certo che sotto il cofano non troveremo motori a gasolio. Citroen ha optato per sole unità a benzina e ibride plug-in. La Citroen C5 X Plug-in Hybrid sviluppa 225 CV, esattamente come la DS4 E-Tense, con cui la C5 X condivide piattaforma e motorizzazioni. Il motore termico è un quattro cilindri turbo 1.8 da 180 CV ed è abbinato a un motore elettrico da 100 CV, per una potenza combinata che è appunto pari a 225 CV. L’autonomia in elettrico dovrebbe superare i 50 km (ciclo WLTP) e con il solo motore elettrico è possibile spingersi fino a 135 km/h.

Credits: uk.motor1.com

Sulla Citroen C5 X la guida autonoma è di livello 2. I dispositivi di assistenza alla guida sono quindi i soliti che troviamo sulle automobili degli ultimi due/tre anni, come ad esempio: cruise control adattivo, controllo del mantenimento della corsia, sistema di monitoraggio dell’angelo cieco, Rear Cross Traffic Alert (che rileva un pericolo vicino durante la retromarcia). Un altro dispositivo che può aiutare nella guida è il sistema di telecamere a 360°.

La Citroen C5 X farà il suo ingresso nel mercato nella seconda metà del 2021. Non sono stati comunicati i prezzi per il momento, tantomeno gli allestimenti.

Lascia un commento