SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Dacia Sandero Stepway 2021, tutte le novità della nuova generazione

Dacia ha presentato, oltre alle nuove versioni di Logan e Sandero, anche la nuova Sandero Stepway 2021, la versione rialzata dell’utilitaria romena che strizza l’occhio al mondo delle suv. Si distingue abbastanza nettamente dalla sorella standard, soprattutto a livello estetico e per alcune dotazioni specifiche, come andremo a scoprire tra poco.

Nuova Dacia Sandero Stepway 2021: protezioni per la carrozzeria e assetto rialzato per distinguersi

Rispetto alla precedente generazione, le dimensioni della nuova Dacia Sandero Stepway 2021 non variano in maniera significativa (fa eccezione la larghezza, che è aumentata non di poco):

  • lunghezza: 4.099 mm
  • larghezza: 1.848 mm (2.007 mm se includiamo gli specchietti retrovisori)
  • altezza: 1.535 mm (1.587 mm con le barre sul tetto)
  • altezza da terra: 174 mm (41 mm in più rispetto alla Sandero standard
Nuova Dacia Sandero Stepway 2021

Similmente alla nuova Spring, la piccola Dacia elettrica di segmento A, la Sandero Stepway è rialzata da terra e prende in prestito alcune soluzioni estetiche dal mondo dei suv e dei crossover.

Nella parte frontale, la nuova Dacia Sandero Stepway 2021 si distingue dalla Sandero standard per le protezioni in plastica nera che avvolgono i fari fendinebbia e la fascia che avvolge la parte bassa del paraurti e la presa d’aria inferiore (protezione che diventa di color alluminio satinato sotto la presa d’aria). Non cambiano i fari, a led su tutte le versioni e con firma luminosa a Y, che col buio aumentano la visibilità, del 37% nella profondità del fascio luminoso e del 9% in larghezza. Cambia leggermente la calandra, contraddistinta da quattro cromature e dalla scritta Stepway posta subito sotto il marchio Dacia. Cambia un poco anche il cofano motore, scavato ai lati e al centro, lasciando così due bombature longitudinali.

Nuova Dacia Sandero Stepway 2021

La parte laterale si caratterizza per le protezioni in plastica che avvolgono passaruota e parte bassa della carrozzeria e la fasce protettive paracolpi trapezoidali (utili per proteggere la carrozzeria dai piccoli urti). I passaruota sono allargati e sembrano venire fuori dalla carrozzeria, trasmettendo dinamismo. La linea di cintura è lineare fino alla maniglia posteriore (maniglie che sono ora più ergonomiche) per poi andare a salire nella parte finale. I cerchi in lega da 16 pollici hanno un disegno specifico per la Stepway. Non mancano infine le barre portatutto bicolore, che sono uno dei punti distintivi della Dacia Sandero Stepway.

Nuova Dacia Sandero Stepway 2021

La parte posteriore presenta il portellone movimentato solo da un nolder orizzontale, fanali dalle dimensioni ridotte con firma luminosa a led a forma di Y come nel frontale, e un lunotto non troppo inclinato di dimensioni abbastanza ridotte. Infine, nella parte alta centrale del paraurti è presente un incavo dal quale si accede al comando elettrico per aprire il portellone. Il paraurti è per gran parte rivestito in plastica nera, con la parte inferiore color alluminio satinato a simulare una piastra paracolpi (ai lati vi sono i retronebbia).

Nuova Dacia Sandero Stepway 2021: piattaforma, sicurezza e motorizzazioni

Anche la nuova Dacia Sandero Stepway 2021 è strettamente imparentata con la Renault Clio, con la quale condivide la piattaforma e alcune motorizzazioni. La piattaforma su cui è basata la nuova Dacia Sandero Stepway 2021 è la CMF-B del gruppo Nissan-Renault ed è condivisa tra le altre anche con Renault Captur e Nissan Micra. L’adozione di tale piattaforma ha consentito di migliorare la sicurezza, con l’introduzione di nuovi Adas:

  • frenata automatica assistita (attiva da 7 a 170 km/h)
  • e-call, di serie
  • sensore dell’angolo cieco (attivo tra 30 e 140 km/h)
  • assistenza al parcheggio
  • assistenza per le partenze in salita

Sulla nuova Dacia Sandero Stepway 2021 sono forniti di serie sei airbag, oltre ai pretensionatori sulle cinture di sicurezza anteriori e posteriori. Inoltre i sedili hanno una struttura interna migliorata e gli appoggiatesta anteriori studiati per prevenire il colpo di frusta. Con la nuova piattaforma è migliorata anche la rigidità e la robustezza della vettura, in particolare la zona del motore (con nuovi longheroni e supporti in acciaio) e la cellula dell’abitacolo.

Parliamo dei motori: sono tutti omologati Euro 6D, dotati di sistema Start&Stop e sono solo a benzina o a doppia alimentazione; non c’è traccia del diesel, almeno per il momento. Di seguito le motorizzazioni che saranno disponibili al lancio:

  • tre cilindri 1.0 litri turbo TCe da 90 CV con trasmissione manuale a sei marce o automatica di tipo CVT. Quest’ultima consente di ridurre il consumo di carburante e le emissioni di CO2 dell’11% sulla Sandero e sulla Logan e del 4% sulla Sandero Stepway rispetto a quanto avveniva col vecchio cambio automatico
  • TCE 100 Eco-G, tre cilindri turbo alimentato a benzina-Gpl, disponibile solo con la trasmissione manuale a sei rapporti. Secondo Dacia, le emissioni di CO2 di questo propulsore sarebbero più basse dell’11 % rispetto a quello alimentato solo con benzina e l’autonomia ammonterebbe a 1200 km con entrambi i serbatoi pieni (quello del gas ha capacità di 40 litri, di cui 32 utili, quello della benzina ha capacità di 50 litri)

L’adozione della piattaforma CMF-B ha permesso inoltre di ridurre il peso e di migliorare la dinamica di guida. Questo diviene possibile grazie all’adozione di nuove sospensioni con una migliore capacità di filtraggio delle asperità e in grado di ridurre il rollio della vettura nella fase di percorrenza di una curva Le sospensioni dovrebbero conservare il classico schema con McPherson all’anteriore e il ponte torcente al posteriore. La trazione, a dispetto delle apparenze, è sulle sole ruote anteriori e non sono previste versioni con la trazione integrale.

Grazie alla nuova piattaforma si è poi potuto fare qualche passo avanti nell’efficienza aerodinamica del veicolo, con l’introduzione del fondo carenato.

Come nelle precedenti generazioni poi l’impianto frenate prevede dischi all’avantreno e tamburi (più economici) al retrotreno. La nuova Dacia Sandero Stepway 2021 può contare inoltre su un una nuova servoassistenza elettrica che ha come vantaggio per il conducente quello di ricevere una resistenza minore del 37 % nelle manovre da fermo o a bassa velocità.

Nuova Dacia Sandero Stepway 2021, gli interni: tre infotainment e maggiore modernità

Gli interni della nuova Dacia Sandero Stepway 2021 sono gli stessi della versione standard, con alcune soluzioni estetiche specifiche di questa variante che lo rendono un po’ più vivace.

La plancia è a sviluppo orizzontale, realizzata con plastiche rigide sia nella parte alta che nella parte bassa (plastiche rigide che rivestono anche i pannelli porta). Nella versione delle immagini ufficiali la parte centrale della plancia è impreziosita da una fascia in tessuto (che riveste anche i poggiabraccio anteriori). Nuovi sono poi il bracciolo centrale e la leva del cambio, che è più corta e con una impugnatura più sportiva. Le bocchette del climatizzatore hanno una finitura interna a contrasto in tinta con la carrozzeria, specifica della Stepway.

I comandi fisici sono pochi, e posizionati sulla consolle centrale, come quelli del climatizzatore, posizionati della parte bassa. La radio si gestisce invece dal satellite posto sulla parte destra del piantone dello sterzo. Altre funzioni (come il cruise control) si gestiscono tramite i pulsanti posti sul volante a quattro razze.

La plancia della nuova Dacia Sandero Stepway 2021

Lo spazio a bordo aumenta ancora rispetto al passato. Da una porta all’altra i passeggeri hanno a disposizione 141 cm nella parte anteriore e 140,6 nella parte posteriore. Cresce anche lo spazio per le gambe a disposizione dei passeggeri posteriori, si parla di più di 4 cm extra (e in più il tunnel non dovrebbe essere particolarmente alto, a favore del quinto passeggero, che solitamente è un po’ sacrificato). I sedili sono di nuova foggia e sono ora più confortevoli (e con fianchi sempre poco pronunciati), con cuciture a contrasto specifiche del modello e la scritta Stepway sullo schienale. È inedito anche il bracciolo centrale rivestito in tessuto sotto il quale si cela un portaoggetti.

Cresce lo spazio per gli oggetti, con la capacità totale dei vari portaoggetti disseminati per l’abitacolo che ammonta a 21 litri (2,5 più di prima). Infine, anche il bagagliaio (che ha un vano dalle forme piuttosto regolari) guadagna un po’ di capacità rispetto al passato, per un totale di 328 litri (+18 litri) con tutti i sedili in uso. Il fondo è regolabile su due posizioni, a seconda delle esigenze. È presente sotto il piano principale anche il vano della ruota di scorta, che nella versione a doppia alimentazione è occupato però dal serbatoio a ciambella del gpl.

Sistema infotelematico e dotazioni (di serie e a richiesta)

Parliamo del sistema infotelematico. Dacia, a seconda dell’allestimento, ne propone tre tipologie:

  • Media Control: è offerto sugli allestimenti base, e prevede la predisposizione di un alloggio per lo smartphone nella parte alta della plancia (lo vedete nell’immagine in alto). Il telefono viene attaccato al sistema (la casa non specifica come) e, una volta installata l’applicazione Dacia Connect, funge da schermo di bordo.
  • Media Display: consiste in un display da 8 pollici montato a sbalzo. Il sistema è dotato di bluetooth ed è compatibile con Apple Car Play e Android Auto, con lo smartphone che si connette via wireless.
  • Media Nav: rispetto al media display aggiunge il navigatore integrato più un sistema di sei altoparlanti.

Su tutti gli allestimenti della nuova Dacia Sandero Stepway 2021 troviamo di serie:

  • supporto per lo smartphone (rimovibile in base all’allestimento)
  • display del computer di bordo
  • comandi del cruise control al volante
  • accensione automatica dei fari
  • barre sul tetto: grazie a un sistema brevettato da Dacia con una chiave è possibile trasformarle in portapacchi, che supportano un carico massimo di 80 kg

Vi è anche un buon assortimento di accessori disponibili di serie o su richiesta a seconda dell’allestimento, dei quali alcuni sono inediti:

  • apertura keyless
  • apertura a distanza del bagagliaio
  • sensori di parcheggio
  • telecamera di retromarcia
  • climatizzatore automatico
  • tetto panoramico elettrico
  • freno a mano elettrico
  • sedili anteriori riscaldati (da aprile 2021)

Prezzi e data di lancio

La nuova Dacia Sandero Stepway 2021 si potrà ordinare da fine 2020 e arriverà nei concessionari nei primi mesi del 2021, con prezzi di partenza che saranno allineati a quelli della vecchia versione. Si saprà di più su prezzi e allestimenti solo nei prossimi mesi.

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su vehiclecue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

2 COMMENTI

  1. quando si potrà ordinare con cambio automatico? rimarranno le offerte con reso dell’usato? Eventualmente dove posso rivolgermi con il CAP 00124?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Mattia Martishttps://vehiclecue.it
Mi chiamo Mattia, e studio ingegneria meccanica presso l'Università degli studi di Cagliari. Mi appassionano in generale tutti i mezzi di trasporto e in particolare le automobili.