Home » Nuova EX90, la suv Volvo 100% elettrica

Nuova EX90, la suv Volvo 100% elettrica

Nella gamma della casa svedese fa la sua comparsa la EX90, suv dalle grandi dimensioni che segna l'inizio di una nuova era fatta di soli veicoli elettrici.

Categorie Automotive · Autoveicoli

La Volvo ha presentato la nuova EX90, il suo secondo modello full electric dopo la suv coupé compatta C40 Recharge, che è sul mercato dal 2021. Per la casa svedese questa suv di grandi dimensioni a sette posti rappresenta il primo di una serie di nuovi autoveicoli elettrici che verranno presentati a cadenza annuale. Gli obiettivi dichiarati sono di avere entro il 2030 una gamma di veicoli 100% elettrici e di diventare un’azienda neutrale dal punto di vista climatico entro il 2040. Il debutto sul mercato è previsto nel 2023, con la produzione che avverrà negli Stati Uniti e in Cina.

Ingombri ed estetica

Volvo EX90

La nuova Volvo EX90 è una suv di grandi dimensioni, che va direttamente a competere con rivali quali la Mercedes EQS e l’Audi e-tron. In particolare, è lunga 5,04 metri, larga 1,96 metri, alta 1,75 metri e ha un passo di ben 2,98 metri. Se parliamo dell’estetica, la Volvo EX90 ha uno stile abbastanza classico e caratteristiche comuni a tante altre auto elettriche oggi sul mercato, come la mascherina chiusa e le maniglie delle portiere integrate nella carrozzeria.

Come tutte le Volvo più recenti, anche la EX90 ha i proiettori a forma di martello di Tohr, in questo caso posti all’interno di una cornice in nero lucido e formati da 16 elementi distinti. Sono inoltre presenti due piccole lame verticali, formate stavolta da sei elementi, a caratterizzare ulteriormente il frontale. Come potete vedere, nel tetto è integrato il Lidar, di cui parleremo più avanti.

Credits: Volvo

Lateralmente la EX90 ha un design abbastanza classico. Cpme si può vedere, i grandi passaruota ospitano gomme con cerchi in lega dal design dedicato e la presa di ricarica è situata sul lato sinistro della vettura. Dietro i fanali a led sono sottili e si estendono fino al padiglione, una soluzione questa che è tipica delle Volvo. Nonostante sia una suv molto imponente, la Volvo EX90 vanta una buona efficienza aerodinamica, con un coefficiente Cx pari a 0,29.

Interni ad altissima tecnologia e con un occhio all’ambiente

Gli interni della Volvo EX90 sono un qualcosa di inedito, diversi da quelli delle altre due elettriche già presenti nella gamma, realizzati con materiali sostenibili. L’impostazione di base ricalca infatti quella di tante auto nate esclusivamente come elettriche. Troviamo quindi un doppio pannello digitale, con quello centrale disposto in verticale e di dimensioni davvero importanti, pari a 14,5 pollici. Tramite questo pannello è possibile interfacciarsi con il sofisticatissimo sistema di infotainment, realizzato su base Android e comprendente quindi tutte le applicazioni dell’ecosistema di Google. Non mancherà comunque la compatibilità con Apple Car Play.

interni della nuova Volvo EX90
Volvo EX90

Volvo EX90, un computer su ruote che punta tutto sulla sicurezza

Nel comunicato Volvo afferma che la EX90 non sarà solo una semplice automobile, ma un computer su ruote estremamente avanzato. Proprio come gli smartphone e i computer, la Volvo EX90 è progettata per migliorare nel tempo, grazie a regolari aggiornamenti software che avvengono in modalità over-the-air. Il sistema centrale – alimentato dalle piattaforme Nvidia Drive di IA, Xavier e Orin, dalle piattaforme Snapdragon Cockpit di Qualcomm Technologies e dal software sviluppato internamente dai tecnici Volvo – gestisce gran parte delle funzioni principali all’interno dell’auto, dai sistemi di sicurezza e infotainment alla gestione della batteria.

Unendo la grande potenza di calcolo delle piattaforme Snapdragon Cockpit alle capacità di visualizzazione di Unreal Engine, il tool 3D sviluppato da Epic Games e utilizzato per la realizzazione di alcuni dei più grandi videogame al mondo, si garantisce una potenza di calcolo fulminea e una grafica di alta qualità sugli schermi dell’auto e sull’head-up display.

In Volvo hanno lavorato per rendere la EX90 un’auto estremamente sicura, come d’altronde vuole la tradizione della casa di Göteborg. Grazie a un sofisticato sistema di sensori e videocamere si ha costantemente una visione dell’ambiente circostante a 360 gradi. Il lidar è fornito dalla Luminar, e riesce a individuare anche piccoli oggetti a centinaia di metri di distanza. I sensori contribuiscono anche a migliorare l’affidabilità e le prestazioni complessive della funzione di guida assistita Pilot Assist, dotata di un nuovo supporto alla sterzata durante il cambio di corsia.

Nuova Volvo EX90
Volvo EX90 Lidar
Credits: Volvo

All’interno, sono presenti ulteriori sensori e telecamere. Questi hanno la funzione di rilevare la concentrazione del guidatore. Grazie a questa tecnologia la Volvo EX90 è in grado di capire quando si è distratti, assonnati o comunque disattenti. Il sistema allerterà, prima con un leggero segnale, poi in modo più insistente. Negli scenari peggiori – colpo di sonno o malore – la Volvo EX90 può fermarsi in modo sicuro e chiamare i soccorsi.

Una piattaforma nata appositamente per auto elettriche

EX90 è la prima di una serie di Volvo elettriche che verranno sviluppate a partire da una nuova piattaforma dedicata. Se parliamo dei materiali utilizzati, la Volvo EX90 contiene circa il 15% di acciaio riciclato, il 25% di alluminio riciclato e 48 kg di plastica riciclata e materiali a base biologica, il che corrisponde a circa il 15% della plastica totale utilizzata nell’auto, la percentuale più elevata mai raggiunta finora in un’auto Volvo.

I motori elettrici sono due, collocati uno davanti e uno dietro. Le motorizzazioni sono tre, e si distinguono solo per la potenza massima erogabile. La Twin Motor EV eroga 408 CV e 770 Nm di coppia, mentre la Twin Motor Performance eroga 517 CV e 910 Nm di coppia. Accelerano da 0 a 100 km/h rispettivamente in 5,9 e 4,9 secondi ed entrambe hanno una velocità limitata a 180 km/h.

Credits: Volvo

La batteria ha una capacità massima di 111 kWh e permette secondo Volvo di avere un’autonomia fino a 600 km (ciclo Wltp), con la ricarica dal 10 all’80% che avviene in meno di 30 minuti. È presente anche la ricarica bidirezionale, che consente di utilizzare la batteria dell’auto come fonte energetica supplementare, ad esempio per alimentare la casa, altri dispositivi elettrici o un’altra Volvo elettrica. 

Lascia un commento