Home » Nuova Yamaha MT-09 2021, la Hyper Naked rivoluzionata

Nuova Yamaha MT-09 2021, la Hyper Naked rivoluzionata

Categorie Motocicli e Ciclomotori

La Casa di Iwata ha le idee ben chiare per il 2021. Per questo motivo, è stato presentato un iconico modello completamente rivisitato. Infatti sarà disponibile a partire da Gennaio (inizialmente solo per il mercato americano, si parla di Marzo invece per l’Italia), la nuova Yamaha MT-09 2021. Un modello glorioso, che ha venduto tantissimo sin dalla sua prima uscita (2013-2017), continuando con successo anche con la seconda generazione (2018-2020). Ora è arrivato un nuovo 3 cilindri, più potente ed Euro 5. Sia per soddisfare le norme anti-inquinamento, sia, per non deludere gli appassionati. Sostanzialmente è la stessa Hyper Naked che conosciamo dal 2013. Tuttavia, gli interventi di fino, hanno toccato quasi ogni componente, per questo si può parlare di un modello completamente nuovo.

Yamaha MT-09 2021 Black Tech

La cosa straordinaria, è che la Yamaha è riuscita a contenere anche il prezzo. Si parla di appena 400 dollari in più rispetto ad ora.

Il motore della nuova Yamaha MT-09 2021


Come ho già accennato, la nuova Yamaha MT-09 2021, adotta il mitico CP3. Ossia, un 3 cilindri in linea con configurazione crossplane. Può sembrare banale, ma la ricetta adottata è stata “ridurre il peso ed aumentare la potenza”. Infatti, il CP3 è stato completamente riprogettato. Nonostante la cilindrata sia aumentata, passando da 847cc a 890cc, il motore risulta più leggero. Secondo le informazioni e dai calcoli eseguiti, risulta un’alesaggio di 1mm (circa) in più. Ciò consente al motore di ottenere un surplus di 4 cv , ora 119 a 10000 giri/min. Ovviamente, anche la coppia massima è aumentata da 87,5 a 93 Nm. Raggiunge il suo picco a 7000giri/min anziché 8400giri/min, come nel modello precedente.

Il CP3 l’anima della MT-09

Per gestire la nuova potenza, Yamaha ha aumentato i rapporti della 1° e 2° marcia. Aggiornato il sistema Ride-by-Wire. Al posto del vecchio sistema a puleggia, vi sono dei magneti nella manopola dell’acceleratore, i quali leggono il movimento e inviano informazioni ai corpi farfallati. Un nuovo Quick Shifter supporta la moto anche in scalata insieme ad una nuova frizione antisaltellamento.

Yamaha ha implementato, per la nuova MT-09 2021 anche un nuovo sistema di iniezione del carburante. Gli iniettori sono montati sul lato della valvola a farfalla, anziché direttamente sulla testata. Ciò consente una miglior nebulizzazione del carburante. Inoltre essi sono inclinati di un certo angolo, ottenendo una riduzione del carburante che si “attaccherebbe” alle pareti del cilindro. Un sistema simile, ma più evoluto, è stato adottato da Honda per l’Africa Twin di quest’anno. Complessivamente, Yamaha afferma un miglioramento dell’11%, dell’efficienza del carburante, facendo rientrare la nuova MT-09 2021 nella normativa Euro 5. La nuova Hyper Naked presenta un sistema di scarico nuovo e più leggero a doppia uscita. Insolito il sistema di aspirazione, dotato di tre prese di diverse lunghezze e diametri.

Gli aggiornamenti della nuova Yamaha MT-09 2021 non si fermano qui, anzi. Essi includono nuovi pistoni forgiati, bielle a frattura, nuovo albero motore, e nuovo albero a camme e carter. La distribuzione è DOHC, ossia a doppio albero a camme in testa. Complessivamente, tra motore e ciclistica, sono stati risparmiati 4 kg, ora la Naked pesa 189kg con il pieno. Leggi anche: Superbike Yamaha 3 cilindri turbo.

Nuova Yamaha MT-09 2021: Ciclistica & Design


Per il telaio, in lega pressofusa, è stato adottato una configurazione “Deltabox”. Yamaha, afferma di aver migliorato la rigidità laterale del 50%, ottenendo una miglior stabilità in rettilineo. Il telaio è più compatto e più leggero. Ciò, riduce le dimensioni complessive, inoltre le forcelle sono più corte, mentre il cannotto di sterzo è abbassato di 30 mm per mettere più peso sulla ruota anteriore.
La nuova MT-09 2021 presenta anche un forcellone pressofuso dritto, anziché a «banana».
La naked pura ha una forcella rovesciata Kayaba da 41 mm completamente regolabile e un monoammortizzatore associato, regolabile per precarico ed estensione.

Ergonomicamente parlando, è possibile ruotare i morsetti del manubrio di 10 mm in avanti e sollevare le pedane di 14 mm e posizionarle 4 mm all’indietro. I cerchi, a 10 razze, sono più leggeri con uno spessore di soli 2mm. L’impianto frenante è composto un doppio disco da 298 mm con pinza radiale Nissin come sulla YZF-R1, all’avantreno. Al retrotreno, invece, si trova un’unità a disco singolo. Misure degli pneumatici 120/70 e 180/55.

Dettaglio fari Led


Per quanto riguarda il design, essendo una hyper naked, non c’è molto da vedere. Tuttavia, occorre menzionare il nuovo gruppo ottico a LED che aggiunge un paio di strisce LED DRL inclinate ed un faretto posteriore il quale proietta una luce a Y. La nuova Yamaha MT-09 2021 è dotata di un pannello TFT da 3,5 pollici a colori, con contagiri a barra che cambia colore all’aumento e alla riduzione del regime di giri. Il display comprende orologio, indicatore di marcia, temperatura dell’acqua e dell’aria e altre informazioni. Affascinante il nuovo colore Crystal Graphite del telaio, che è stato scelto per evidenziare la qualità delle parti meccaniche. Sarà disponibile in 3 colorazioni: Storm Fluo, Icon Blue e Tech Black.

Display TFT

L’elettronica

Un notevole passo in avanti è stato fatto grazie all’implementazione di un IMU (Internal Measurement Unit) a 6 assi. Si tratta praticamente di una serie di accelerometri e giroscopi, i quali comunicano dati di velocità, accelerazione, beccheggio, imbardata, etc… alla centralina. Derivata dalla mitica R1 2015, in questo modello, è più piccola del 50% e più leggera del 40%. Tramite questa piattaforma inerziale è possibile rendere efficienti i moderni sistemi di sicurezza:

Yamaha MT-09 2021 Icon Blue
  • TCS(traction control sistem) regolabile su 3 livelli
  • ABS (antilock brake system)
  • Controllo impennata (LIF)
  • BC (Brake control)
  • Quick Shifter Up&Down
  • Slide Control SYstem (SCS) regola la potenza in previsione di uno slittamento della ruota posteriore
  • D-mode (le 3 mappature dell’acceleratore)

Insomma, lo sforzo della Casa di Iwata è stato notevole. La nuova Yamaha MT-09 2021 sembra essere davvero un bel gioiello. Più potente, più leggera, più evoluta elettronicamente. Come se non bastasse, il prezzo competitivo e il design accattivante la rende molto appetibile. Non resta che attendere l’anno nuovo per provare e confermare i progressi di quest’icona a 2 ruote.

FONTI VERIFICATE

Lascia un commento