Home » Pickup Ram 1500: pilota scala le Ande con quello standard

Pickup Ram 1500: pilota scala le Ande con quello standard

Con il pickup Ram 1500 raggiunti i 6.018 metri di altitudine con raffiche di vento contrarie fino ai 75 km/h. Ecco la storia della nuova impresa

Categorie Automotive

Nel mondo dell’automotive esistono imprese che hanno fatto storia. Alcune di esse sono rimaste sconosciute, ma sono altrettanto interessanti e affascinanti. L’ultimo “record” riguarda quello stabilito dalla pilota brasiliana Amanda Vasconcellos a bordo del suo pickup Ram 1500. Vasconcellos ha scalato le Ande con il pickup completamente di serie, identico alle versioni vendute in commercio acquistabili da chiunque. Parliamo di 6.018 metri di quota raggiunti: si tratta di una performance assolutamente di tutto rispetto considerando che il vento contrario raggiungeva anche i 75 km/h.

Scalare montagne col pickup Ram 1500: il video dell’impresa

Le condizioni in alta quota erano pressoché ostiche. Le temperature esterne raggiungevano anche i -7°C, scendendo ben al di sotto dello zero. Durante tutto il viaggio, la mancanza di ossigeno è sempre stata una delle principali preoccupazioni in quanto avrebbe potuto influire sulle capacità fisiche e cognitive della squadra. A questo proposito, il lavoro di acclimatazione è stato fondamentale. L’avventura viene proposta nella web serie intitolata “Desafio dos Andes“. Su Youtube è stato pubblicato il primo dei nove episodi. Le restanti otto parti verranno rilasciate nelle prossime settimane: gli episodi dal 2 al 5 il 15 giugno e gli episodi dal 6 al 9 il 15 luglio 2022.

Oltre alla partecipazione di Ram, che ha fornito il pickup, la realizzazione è stata supportata dalla TSO Brasil (azienda specializzata in eventi automobilistici) ed è stata effettuata nei pressi di Bonete Chico, montagna sul versante argentino delle Ande, uno dei luoghi più inospitali del mondo.

Pickup Ram 1500: pilota scala le Ande con quello standard

“Nella Cordillera tutto è immenso: la montagna, il freddo, la sfida. Solo chi vive questa esperienza di guidare un 4×4 in quota può capire l’entità della fatica e il senso di questo traguardo. A 40 anni, questa vittoria è uno dei lasciti che lascio alle mie figlie“, afferma Amanda.

Renato Perotti ha investito cinque anni della sua vita per realizzare il progetto di raggiungere per la prima volta i 6.000 metri nel 2016. “Avere l’opportunità di rivivere questo traguardo insieme ad Amanda è diventato il sogno di tutta la squadra. Sono servite settimane di preparazione per affrontare il percorso con sabbia, ghiaia, scogliere, canyon spaventosi, ripide salite, neve, ghiaccio, rocce e passaggi attraverso luoghi isolati entro un raggio di 100 km senza alcun segno di vita“, sottolinea.

Il “Desafio dos Andes” è stata un’avventura di 8.000 km che ha richiesto una scrupolosa pianificazione e un’attrezzatura semplicemente perfetta, oltre ad una quantità spropositata di coraggio e professionalità. La partenza è avvenuta a Campinas, San Paolo, il 1° aprile, per tornare nella stessa città esattamente due settimane dopo. Il percorso comprendeva, tra l’altro, Miranda, Portezuelo, Chilca e Las Placetas, oltre a parte del percorso già utilizzato durante la tradizionale Dakar in Argentina. Qui di seguito è riportato il primo episodio della web serie. I sottotitoli e la lingua del video sono in portoghese, ma anche solo poter ammirare l’impresa ne vale assolutamente la pena. 

La scheda tecnica del Ram 1500

La versione utilizzata per la prova monta sotto il cofano un motore V8 5,7 litri Hemi. Esso eroga una potenza massima di 400 cv ed è abbinato alla trazione integrale e al cambio automatico ad 8 rapporti. Il pickup Ram 1500 ha montato degli pneumatici specifici, mentre l’assetto è stato rialzato con sospensioni Bilstein. L’autonomia per percorrere il tragitto è stata garantita dal serbatoio da 98 litri.

Il prezzo di listino di partenza di questo pickup è intorno ai 70 mila euro e rispetta le normative antinquinamento Euro 6. Può raggiungere una velocità massima di circa 170 km/h, anche se lo scatto da 0 a 100 km/h non è stato dichiarato. Si tratta di un’auto estremamente affascinante.

Lascia un commento