SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Hai l’abitudine di mettere i piedi sul cruscotto? Questa radiografia fatta dopo un incidente ti farà cambiare idea

Una radiografia virale mostra il perché non si dovrebbero tenere i piedi sul cruscotto

Sarà sicuramente capitato, almeno una volta nella vita, camminando per strada o anche guidando un’auto, di vedere alcuni passeggeri sul sedile anteriore che tendono a poggiare i piedi sul cruscotto. Anzi, è una realtà che potremmo quasi notare ogni giorno se ci guardassimo di più intorno. Si tratta di un modo di sedersi in auto che, oltre a far imprecare l’automobilista che ci tiene per la propria vettura, può comportare seri danni in caso di incidente. La gravità di quest’ultimo e le ripercussioni sul passeggero risultano ancora peggiori, in incidenti apparentemente innocui, ma nel quale si verifica l’esplosione dell’airbag.

Da oggi, in poi, per convincere un vostro passeggero ad abbassare i piedi, invece, di rimproverarlo, fategli vedere la foto allegata in questo articolo (guarda un po’ più giù). Essa mostra una radiografia di una persona che ha avuto un incidente mentre aveva i piedi poggiati sul cruscotto. La radiografia che, comprensibilmente, si sta diffondendo oggi su Internet, mostra le conseguenze di un incidente d’auto in cui una giovane donna del Galles stava viaggiando con i piedi sollevati. Un femore risulta spezzato, mentre un fianco è rotto nell’orbita e l’altro è lontano da dove dovrebbe essere. La polizia che ha rilasciato la radiografia ha descritto le ferite della donna come una di quelle cose “che cambiano la vita“.

Radiografia a raggi X di chi ha poggiato i piedi in alto mentre era passeggero in auto
La radiografia a raggi X di una persona che aveva i piedi sul cruscotto

Piedi sul cruscotto? La radiografia mostra i danni in caso di incidente

Il resoconto del Daily Mail sulla radiografia menziona che Audra Tatum, di Chickamauga, in Georgia, ha presentato delle disabilità permanenti nel 2015 a causa di un piccolo incidente. Tutti gli altri in macchina hanno ricevuto lievi graffi e contusioni. Ma l’airbag esploso le ha gettato letteralmente il piede in faccia, rompendole naso, femore e caviglia in quattro punti.

Fondamentalmente tutta la mia parte destra era rotta, ed è semplicemente colpa della mia ignoranza, ha detto Tatum. “Non sono Superman. Non sono riuscita a mettere il piede giù in tempo“. Una triste ironia della sorte è che Tatum era lei stessa una soccorritrice. Si trattava dunque, di un lavoro che, due anni dopo l’incidente, non poteva più svolgere.

Il dipartimento dei vigili del fuoco di Chattanooga, Tennessee, anni fa ha pubblicato un vivido post su Facebook che è stato ampiamente condiviso. In parte riportava testuali parole: “Gli airbag si aprono tra i 160 e 354 km/h di velocità. Se guidi con i piedi sul cruscotto e sei coinvolto in un incidente, l’airbag può farti passare le ginocchia attraverso le orbite“.

Da quanto appena scritto, dunque si capisce che le conseguenze risultano essere molto più gravi di quanto ci si potesse immaginare. A questo punto, dunque, è chiaro che sia se guidi un’auto, sia se sei semplicemente un passeggero, devi sederti in maniera composta. Quindi: indossa la cintura di sicurezza con il motore del veicolo ancora spento. Siediti dritto, con la giusta inclinazione del sedile. Piedi a terra e credici che la tua auto riuscirà a proteggerti al meglio, soprattutto quelle di nuova generazione che sono dotate di una serie di misure di sicurezza per limitare al minimo il numero di infortuni.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Francesco Mennahttps://vehiclecue.it
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com