Home » Servizi per l’agroalimentare: cos’è la logistica del freddo e perché è importante

Servizi per l’agroalimentare: cos’è la logistica del freddo e perché è importante

La catena del freddo ha reso possibile lo sviluppo del settore agroalimentare, frutto delle competenze acquisite da parte delle aziende del settore.

Categorie Curiosità e Consigli

La catena del freddo ha reso possibile lo sviluppo del settore agroalimentare, soprattutto in un mercato come quello italiano, caratterizzato da un’ampia varietà di produttori piccoli e medi e un territorio complesso da coprire e collegare.

L’attuale livello di sicurezza ed efficienza raggiunto è il frutto di un doppio sforzo, prodotto, da un lato, dall’adeguamento normativo e, dall’altro, dall’innovazione tecnologica e dalle competenze acquisite da parte delle aziende del settore.

La logistica del freddo è l’insieme di tutti i processi che consentono di far arrivare i prodotti alimentari deperibili dai produttori ai centri di vendita, assicurando una conservazione ottimale dei prodotti attraverso il mantenimento di una temperatura controllata. Questo sistema è fondamentale per garantire ai consumatori prodotti alimentari sicuri, igienici e di alta qualità.

freddo

Allo stesso tempo, la logistica del freddo permette ai produttori di commercializzare sul mercato prodotti ben conservati, in grado di mantenere a lungo le loro proprietà biologiche e organolettiche, assicurandosi che gli alimenti arrivino agli acquirenti freschi, fragranti e con una qualità nutritiva adeguata. Questi processi interessano numerose tipologie di prodotti alimentari deperibili.

La logistica del freddo dei prodotti termosensibili

Una tipologia di prodotti per cui è necessaria la catena del freddo è per esempio quella dei prodotti termosensibili, i quali devono essere mantenuti in un range di temperature compreso tra 15 e 18°C.

Si tratta di prodotti come il cioccolato, le marmellate e le conserve, per i quali temperature troppo alte o eccessivamente basse possono comportare una serie di danni, tra cui la perdita di consistenza, la formazione di una patina bianca e in generale una serie di alterazioni delle proprietà organolettiche.

La gestione di questi prodotti deve essere realizzata da imprese specializzate nella logistica del freddo, come per esempio STEF, azienda da oltre 30 anni in Italia e da più di un secolo nel mercato europeo, in grado di coprire tutto il territorio nazionale con i suoi trasporti a temperatura controllata.

STEF mette a disposizione soluzioni personalizzate e flessibili per il mercato agroalimentare, aspetti chiave per i processi logistici legati ai prodotti termosensibili, ma anche ad altre categorie di alimenti che richiedono il rispetto della catena del freddo, come i prodotti freschi e i surgelati.

In particolare, i prodotti termosensibili hanno bisogno non solo di trasporti a temperatura controllata, ma anche dello stoccaggio presso magazzini equipaggiati con celle specifiche a temperatura dry/ambient. Si tratta di un monitoraggio continuo essenziale sia durante il periodo estivo, sia nella stagione invernale. Spesso, infatti, si tende a pensare che soltanto le alte temperature possano danneggiare i prodotti termosensibili e gli altri alimenti deperibili.

Al contrario, anche temperature troppo basse possono compromettere la qualità, l’aspetto e la conservazione dei prodotti termosensibili. Lo stesso vale per le condizioni termiche non controllate, quando gli alimenti sono esposti a sbalzi di temperatura con variazioni eccessive verso i valori più elevati e più bassi rispetti a quelli raccomandati.

Aziende come STEF, invece, assicurano un controllo costante della temperatura di stoccaggio e trasporto dei prodotti termosensibili, per evitare qualsiasi tipo di sbalzo termico durante tutte le stagioni dell’anno.

Il valore aggiunto di un servizio completo per la logistica del freddo

Spesso le aziende non producono solo prodotti termosensibili, ma devono gestire una serie di categorie diverse di alimenti che richiedono temperature differenti di conservazione, un aspetto che rende più complessa la logistica del freddo per garantire ai consumatori prodotti sicuri e di qualità.

Per assicurarsi che i propri alimenti arrivino in perfette condizioni ai centri di vendita, l’opzione migliore è senza dubbio avvalersi di un servizio completo per la catena del freddo, che comprenda sia la logistica dei prodotti freschi che di quelli surgelati e termosensibili.

Questa soluzione garantisce diversi vantaggi alle aziende dell’industria agroalimentare. Innanzitutto, consente di semplificare la gestione della logistica del freddo, rendendo più facile interfacciarsi con un unico interlocutore al posto di una serie di realtà diverse. Inoltre, permette di ottenere un maggiore controllo sull’intera filiera, per un monitoraggio più accurato durante ogni passaggio delle fasi di immagazzinamento e distribuzione dei prodotti deperibili. In più, è possibile ottimizzare la supply chain, rendendo i processi più efficienti, controllati e sicuri.

STEF, per esempio, fornisce un servizio completo per la logistica del freddo dei prodotti termosensibili, freschi e surgelati. La rete copre le esigenze delle imprese agroalimentari, con servizi dedicati per lo stoccaggio e il trasporto a livello nazionale e internazionale, incluse le attività di import/export con i paesi UE ed extra europei.

La proposta di STEF include anche servizi di pre-vendita e co-packing, compresi servizi specifici per la consegna di prodotti freschi a domicilio pensati appositamente per le aziende che vendono online, un supporto fondamentale per la crescita del business e il rispetto dei requisiti di igiene e sicurezza previsti dalle normative di legge.

Lascia un commento