formula e

    FIA: Formula E

    Formula E: high speed, low emissions

    The 28th of June 2015, the first season of the Formula E championship ended. It’s similar to Formula 1, but the new competition has a particular feature: only electric cars can race. 10 teams and 20 single-seater racing in the world’s leading cities.

    It’s important to not make the mistake of thinking that these cars are slow and silent. The performances are worse than the engines of Formula 1, however they are great: 225 km/h (140 mph) is the maximum speed, with an acceleration from 0 to 100 km/h in only 3 seconds. Regarding the sound, “Formula E knows that the noise of any racing car is very important to its fans […]. Contrary to popular belief, the Formula E cars are far from silent”.

     

    The Formula E championship could change the automotive industry. The innovations proposed by teams’ engineers can be used on commercial cars: improving the electric engine, increasing the duration and the efficiency of the battery and perfecting other aspects, many people may interest in buying an electric car, reducing pollution in cities.

    ©fiaformulae.com

    The last year the difference between teams’ cars were very few, because all of them were build following Spark-Renault SRT_01E model, designed by international companies (McLaren, Williams, Dallara, Renault and Michelin), but the next championship will be more engaging, because every team will develop, modify and improve its cars, bringing many innovations.

    In the competition, the staff cars are ‘green’ too. BMW have announced that it will be the official vehicle partner, offering two particular cars: the ibrid BMW i8 will be the safety car, while the electric BMW i3 will be the medical car.

    However, the main difference between this and the other championships is the chance, for the public, to affect the race: FanBoost allows the three most voted pilots to use a boost, which increases the power of the car from 150 kw to 180 kw for 5 seconds.

     

    The second season of Formula E will start on 17th October 2015, in Beijing, China. While we wait for the Formula E championship’s to start, we can see in the video an electric single-seater during a test. It’s possible to see the high speed and to hear the sound of these cars.

    Formula E: alte velocità, basse emissioni

    Il 28 giugno 2015 si è conclusa la prima stagione del campionato mondiale di Formula E. Simile alla Formula 1, la nuova competizione ha una particolare caratteristica: possono partecipare solo veicoli elettrici. 10 Team e 20 monoposto che sfrecciano su circuiti cittadini in tutto il mondo.

    E’ importante non commettere l’errore di pensare che queste auto siano lente e silenziose. Le prestazioni sono inferiori rispetto alle monoposto della Formula 1, ma rimangono elevate: 225 km/h la velocità massima, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3 secondi. Per quanto riguarda il suono, invece, “Formula E sa che il rumore di una macchina da corsa è molto importante per i suoi fan […]. Contrariamente alla credenza popolare, le vetture di Formula E sono tutt’altro che silenziose”.

    Il campionato di Formula E potrebbe trasformare il settore automobilistico. Le innovazioni proposte dagli ingegneri dei diversi team possono essere utilizzate dai veicoli in commercio: migliorando le prestazioni del motore, aumentando la durata e l’efficienza della batteria, e perfezionando altri aspetti, molte persone possono interessarsi nell’acquisto di macchine elettriche, favorendo la riduzione delle emissioni nei centri abitati.

    ©fiaformulae.com

    Lo scorso anno, le differenze tra le auto dei diversi team erano minime, poiché tutte costruite sul modello Spark-Renault SRT_01E, preparato dalla collaborazione tra diverse aziende internazionali (McLaren, Williams, Dallara, Renault e Michelin), ma il nuovo campionato sarà ancora più avvincente, in quanto ogni team potrà personalizzare le proprie monoposto, aumentando la concorrenza tra le diverse squadre e portando notevoli innovazioni.

    Non solo le auto in gara, anche quelle utilizzate dal personale di gara sono ‘green’. La BMW ha, infatti, messo a disposizione diversi veicoli, tra cui due particolari: l’ibrida BMW i8 svolgerà il ruolo di safety car, mentre l’elettrica BMW i3 sarà l’automedica.

    Ma la novità che distingue la Formula E da tutte le altre gare, già presente nella prima stagione e confermata per la seconda, è la possibilità, offerta al pubblico, di influenzare la competizione: il FanBoost permette ai tre piloti più votati dai fan di aumentare la potenza della propria vettura, da 150 kw a 180 kw, per 5 secondi durante la gara.

    La seconda stagione di Formula E avrà inizio il 17 ottobre 2015, in un circuito di Pechino, Cina. Mentre aspettiamo di vedere le monoposto elettriche gareggiare, dal video possiamo osservarne una durante una prova su pista. Si notano le alte velocità che possono raggiungere e si sente il rumore caratteristico di queste auto.


    Vuoi leggere i nostri articoli senza pubblicità?

    Sostieni il nostro progetto e avrai la possibilità di: