Home » Auto dell’anno 2021, ci sono le 29 candidate per il trofeo

Auto dell’anno 2021, ci sono le 29 candidate per il trofeo

Categorie Automotive · Autoveicoli · Eventi e News

Come ogni anno ci si appresta a scoprire quale modello ha convinto più degli altri. Il trofeo auto dell’anno 2021 verrà assegnato nei prossimi mesi ma intanto è emersa la lista delle 29 auto candidate alla vittoria finale. Qui di seguito è possibile cercare di indovinare chi sarà la prossima ad aggiudicarsi il titolo di auto dell’anno 2021:

Come funziona il trofeo auto dell’anno 2021?

Tutti i veicoli in lista sono nuovi attualmente in vendita o nei precedenti 5 anni nei mercati europei. Come si elegge il vincitore? Semplicemente ci si basa su due “round” differenti. Il primo, che sarà annunciato l’8 gennaio 2021, fornirà una breve lista con 7 auto che hanno raggiunto la finale, mentre il secondo round decreterà il singolo veicolo vincitore finale il primo marzo.

Infatti l’obiettivo di Car of the Year è definire un decisivo vincitore, con un processo di voto pensato per tale scopo e non per stilare una graduatoria con una scala di merito. Non si partecipa per categorie o divisione di classe, tutti contro tutti per emergere come auto dell’anno 2021. La giuria è composta da 60 membri scelti tra giornalisti automobilistici di tutta Europa che si sono contraddistinti per capacità o per esperienza. In particolare andranno ad analizzare quale vettura sia riuscita ad esprimere al meglio i concetti di design e di innovazione tecnologica, tenendo ovviamente conto della fascia di prezzo in cui si va ad inserire.

Scopriamo alcuni modelli in gara

Fiat 500

L’unica italiana in corsa per il titolo è la nuova Fiat 500. Ovviamente mantiene tutti i tratti della scorsa 500 che la contraddistinguono, ma aggiunge novità, sia a livello tecnologico che estetico. Prima di tutto si tratta di un modello completamente elettrico con una potenza fino a 118 CV e un’autonomia dichiarata fino a 320 km. A livello estetico qualche “trucco” per ammodernarla, a partire dalle maniglia a scomparsa integrate nella carrozzeria fino ad arrivare ai fari anteriori, sempre circolari ma proposti con illuminazione a LED.

Auto dell'anno 2021
PH: alvolante

Toyota Yaris

La nuova Toyota Yaris di quarta generazione si mantiene forte tra le full hybrid. In questo caso è stata presentata anche la versione GR, a benzina, legata al reparto sportivo. Un tettuccio abbassato in fibra di carbonio, cerchi da 18″ e un doppio scarico integrato nel diffusore per renderla più aggressiva. A far da padrone però sono i 261 CV che permettono uno scatto da 0 a 100 km/h in circa 5.5 secondi. Senza dubbio i prezzi lievitano parecchio, arrivando a sfiorare i 38 000 € per l’allestimento migliore.

Chi precede l’auto dell’anno 2021?

L’anno scorso il premio di auto dell’anno fu vinto dalla nuova Peugeot 208. Una versione decisamente innovativa rispetto alle precedenti, sia in termini estetici che di tecnologia a bordo per la tipologia di segmento. Il tutto si è concretizzato con un boom di vendite a partire da inizio 2020, rallentato però dalla chiusura forzata di parecchie fabbriche tra marzo e aprile.

Auto dell'anno 2021
Car of the Year

Gli allestimenti disponibili per la Peugeot 208 spaziano su tutti i fronti, dalla base Like alla più accessoriata GT Line. D’altra parte la versione Like è così “povera” di particolari e attenzioni che quasi non viene nemmeno più proposta nei concessionari, aprendo la strada all’allestimento Active, già comunque dotato di schermo touchscreen da 7″ con Apple CarPlay e AndroidAuto, artigli a LED anteriori e volante in pelle.

Una vettura scelta come auto dell’anno 2020 grazie anche al motore PureTech di cui è equipaggiata, vincitore per quattro anni di fila del titolo di ‘Motore dell’anno’ a partire dal 2015. Sostanzialmente si tratta di un motore a 3 cilindri che mira a ridurre consumi ed emissioni fino al 25%.

Tecnologia, innovazione, cura del dettaglio… queste sembrano essere le caratteristiche per potersi aggiudicare il premio di auto dell’anno 2021. Resta solo da capire chi riuscirà a spuntarla quest’anno.

FONTI VERIFICATE

Lascia un commento