Home » Al-Attiyah vince la quarta tappa in “Auto” della Dakar 2022, per le “Moto” vince Barreda

Al-Attiyah vince la quarta tappa in “Auto” della Dakar 2022, per le “Moto” vince Barreda

Quarta tappa estremamente serrata con 6 piloti chiusi in 4 minuti. Ecco la sintesi di giornata

Categorie Motorsport

Alla vigilia dell’Epifania si è conclusa la quarta tappa con i suoi 465 km e la speciale più lunga della 44esima edizione della Dakar. Si trattava di una tappa suddivisa principalmente in tre tratti. La prima sezione, lunga 40 km, piena di biforcazioni da far venire il mal di testa ai concorrenti. Poi è arrivata la zona con le dune di oggi e, per finire, un finale “più tecnico”. Si trattava di una tappa piuttosto complessa e presentava più minacce che opportunità. Tra i piloti, però, i vincitori di tappa sono Al-Attiyah nella categoria “Auto” e Barreda nella categoria “Moto”.

Al-Attiyah e Barreda al top: la sintesi della giornata

Barreda, partito in 24esima posizione, ha approfittato della speciale più lunga del rally per lanciarsi in una corsa spettacolare, raggiungendo lungo il percorso il compagno di squadra Pablo Quintanilla come fidato compagno di navigazione e andando a tutta forza fino al traguardo con il tempo più basso di tutti. Ed era “solo” la sua 29esima vittoria alla Dakar! Il motociclista valenciano ha conquistato anche il settimo posto nella classifica generale, a breve distanza dalla top 5. Al comando, infatti, troviamo Sam Sunderland con l’austriaco Matthias Walkner ora al secondo posto. Lorenzo Santolino si è guadagnato un posto nell’élite con il quarto tempo, mentre il suo compagno di squadra Sherco Rui Gonçalves ha conquistato il suo primo podio di tappa.

Ekstrom Mattias - Crediti foto: A.S.O./Horacio Cabilla
Ekstrom Mattias – Crediti foto: A.S.O./Horacio Cabilla

Per quanto riguarda la categoria “Auto”, la vittoria sembrava essere andata in mano a Yazeed Al-Rajhi, ma a causa di una penalità di 2 minuti sul tempo totale per un limite di velocità non rispettato, Al-Attiyah è salito in prima posizione. Chiudono il podio Loeb e Sainz. Il pilota francese ha utilizzato la sua BRX Hunter alla massima efficienza per tutta la speciale. Su una “filosofia” completamente diversa, il sudafricano Henk Lategan ha dimostrato di avere il ritmo per puntare ai vertici con una serie di intertempi da capogiro, ma le sue speranze di un buon piazzamento generale sono svanite quando ha sbattuto la posteriore destra al chilometro 310. Anche BRX ha avuto la sua giusta dose di sfortuna. “Nani” Roma ha dovuto gettare la spugna dopo non essere riuscito a riprendersi da una botta, segnando la fine della lotta per arrivare a podio.

Peterhansel Stephane - Crediti foto: A.S.O./Horacio Cabilla
Peterhansel Stephane – Crediti foto: A.S.O./Horacio Cabilla

Nella gara quad, il detentore del titolo argentino, Manuel Andújar, sta ancora recuperando terreno con il leader Pablo Copetti. La categoria T3 ha assistito a un nuovo episodio del Seth Quintero Show quando l’americano ha collezionato il suo quarto trionfo, mentre “Chaleco” López ha gestito il suo vantaggio di 20 minuti sul compagno di squadra del South Racing Sebastian Eriksson. Nota di merito per Danilo Petrucci che aveva tagliato il traguardo della quarta tappa in terza posizione, ma successivamente è stato penalizzato per aver infranto il limite di velocità in una “Speed Zone“.

Danilo Petrucci - Crediti foto: Florent Gooden / DPPI
Danilo Petrucci – Crediti foto: Florent Gooden / DPPI

L’ordine di arrivo della quarta tappa

Di seguito riportiamo la top ten della categoria “Auto”.

POS.SQUADRATEAMTEMPODISTACCO
1201(QAT) NASSER AL-ATTIYAH (AND) MATTHIEU BAUMELTOYOTA GAZOO RACING03H54’40”
2211(FRA) SEBASTIEN LOEB (BEL) FABIAN LURQUINBAHRAIN RAID XTREME03H55’05”+ 00H 00′ 25”
3202(ESP) CARLOS SAINZ (ESP) LUCAS CRUZTEAM AUDI SPORT03H55’32”+ 00H 00′ 52”
4218(SAU) YASIR SEAIDAN (RAF) ALEXEY KUZMICHX-RAID MINI JCW TEAM03H56’14”+ 00H 01′ 34”
5205(SAU) YAZEED AL RAJHI (GBR) MICHAEL ORROVERDRIVE TOYOTA03H56’26”+ 00H 01′ 46”
6207(ZAF) GINIEL DE VILLIERS(ZAF) DENNIS MURPHYTOYOTA GAZOO RACING03H58’35”+ 00H 03′ 55”
7203(POL) JAKUB PRZYGONSKI (DEU) TIMO GOTTSCHALKX-RAID MINI JCW TEAM03H59’50”+ 00H 05′ 10”
8217(NLD) BERNHARD TEN BRINKE (FRA) SÉBASTIEN DELAUNAYOVERDRIVE TOYOTA04H00’47”+ 00H 06′ 07”
9212(FRA) MATHIEU SERRADORI (FRA) LOIC MINAUDIERSRT RACING04H01’23”+ 00H 06′ 43”
10222(ARG) LUCIO ALVAREZ (ESP) ARMAND MONLEONOVERDRIVE TOYOTA04H06’32”+ 00H 11′ 52”
Categoria “Auto”

Di seguito, invece, riportiamo la top ten della classifica “Moto” della quarta tappa.

POS.PILOTATEAMTEMPODISTACCOPENALITA’
188(ESP) JOAN BARREDA BORTMONSTER ENERGY HONDA04H07’06”1 minuto
27(CHL) PABLO QUINTANILLAMONSTER ENERGY HONDA04H10’43”+ 00H03’37”
319(PRT) RUI GONÇALVESSHERCO FACTORY04H14’05”+ 00H06’59”
415(ESP) LORENZO SANTOLINOSHERCO FACTORY04H15’02”+ 00H07’56”
577(ARG) LUCIANO BENAVIDESHUSQVARNA FACTORY RACING04H16’01”+ 00H08’55”
63(GBR) SAM SUNDERLANDGASGAS FACTORY RACING04H16’21”+ 00H09’15”
752(AUT) MATTHIAS WALKNERRED BULL KTM FACTORY RACING04H17’51”+ 00H10’45”
8142(SVK) STEFAN SVITKOSLOVNAFT RALLY TEAM04H19’09”+ 00H12’03”
910(CZE) MARTIN MICHEKORION – MOTO RACING GROUP04H20’24”+ 00H13’18”
102(USA) RICKY BRABECMONSTER ENERGY HONDA04H20’40”+ 00H13’34”2 minuti
Categoria “Moto”

FONTI VERIFICATE

Ufficio stampa Dakar

Lascia un commento