Home » Aston Martin DBS 770 Ultimate: la V12 definitiva da 499 esemplari già sold-out

Aston Martin DBS 770 Ultimate: la V12 definitiva da 499 esemplari già sold-out

Il modello definitivo che saluta la leggendaria GT. I 499 esemplari ancora non costruiti sono già stati tutti venduti

Categorie Automotive
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Tutte le cose belle sono destinate ad avere una fine. Nel caso di Aston Martin, l’addio alla vettura GT prende il nome di DBS 770 Ultimate. Si tratta di un modello in edizione limitata ed è l’Aston Martin di produzione più potente mai costruita (senza considerare la Valkyrie).

Limitata a 499 unità destinate a tutto il mondo, suddivise tra 300 coupé e 199 varianti cabriolet “Volante”, il pezzo forte della DBS 770 Ultimate è il V12 biturbo da 5,2 litri sotto il cofano, che è stato ricalibrato per questa versione finale per erogare 770 cavalli (da cui prende il nome) a 6.500 giri/min e quasi 900 Nm di coppia. La trazione posteriore e un cambio automatico ZF con convertitore di coppia a otto velocità consentono un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi in versione coupé e 3,4 in versione Volante, ma raggiungerà i 340 km/h di velocità massima.

Aston Martin DBS 770 Ultimate: la V12 definitiva da 499 esemplari già sold-out
Aston Martin DBS 770 Ultimate – Credits Aston Martin

Aston Martin DBS 770 Ultimate: cosa cambia rispetto ai modelli precedenti

La casa automobilistica con sede a Gaydon ha rivisto il telaio e l’aerodinamica della DBS della 770 Ultimate, migliorando le sensazioni e il comportamento dell’auto, dando vita alla Super GT definitiva del marchio inglese. Visivamente sbalorditiva come sempre, alcuni sottili miglioramenti differenziano la DBS 770 Ultimate dalla versione normale. Aston afferma che tutte le modifiche hanno anche vantaggi funzionali, come lo sfiato del cofano a ferro di cavallo, simile a quello che vediamo sulla V12 Vantage, che evacua il calore dal vano motore.

Ulteriori perfezionamenti estetici includono il nuovo splitter anteriore con doppie prese d’aria esterne e trama in fibra di carbonio a vista sul cantrail, la cornice del parabrezza, gli alloggiamenti degli specchietti e le feritoie dei parafanghi, mentre i longheroni laterali presentano lo stesso effetto visivo. Per compensare la natura hardcore degli elementi in carbonio, i cerchi da 21 pollici con un nuovo design a più razze ispirato alla Valkyrie e alla one-off Victor possono essere scelti in una delle tre finiture per aggiungere un po’ di sfarzo e glam all’occasione. Questi cerchi calzano in gomme Pirelli P Zero, e misurano 265/35 all’anteriore e 305/30 al posteriore. Il tocco finale è un diffusore posteriore di nuova concezione che aiuta a mantenere l’equilibrio della vettura.

Aston Martin DBS 770 Ultimate - Credits Aston Martin
Aston Martin DBS 770 Ultimate – Credits Aston Martin

Come è evoluta la meccanica della vettura

Sono gli elementi meccanici a distinguere l’Aston Martin DBS 770 Ultimate. Nel vano motore, Aston ha rivisto la presa d’aria e ha aumentato la pressione di sovralimentazione del 7% per raggiungere una maggiore potenza: 44 CV in più rispetto alla DBS standard, sebbene la coppia rimanga invariata. Particolare attenzione è stata data alle curve di potenza e coppia per garantire fruibilità e prestazioni in qualsiasi marcia.

Il cambio è montato nella parte posteriore centrale e alimenta un differenziale meccanico a slittamento limitato, con entrambi gli elementi che sono stati rivisti per garantire cambi di marcia più rapidi e una migliore gestione della potenza. A fermare la vettura ci pensano i freni in ceramica al carbonio standard – 16,1 pollici anteriori e 14,2 pollici posteriori con pinze a sei e quattro pistoncini, rispettivamente – ereditati dalla DBS standard. Ma invece di concentrarsi sulle sue prestazioni in rettilineo, Aston ha voluto migliorare la sua abilità dinamica. È stato introdotto un nuovo piantone dello sterzo per avere un maggior senso di connessione con la strada, abbinato a un’estremità anteriore più rigida del 25%, che agisce in tandem con un sottoscocca posteriore più spesso per aumentare la torsione totale rigidità della vettura del 3%.

L’elaborazione unica per gli ammortizzatori attivi fornisce più controllo e compostezza senza ostacolare la qualità di guida, sfruttando al massimo la ritrovata rigidità. Nessuna Aston in edizione speciale sarebbe completa senza una serie di miglioramenti interni, motivo per cui la DBS 770 Ultimate è dotata di sedili Sports Plus di serie. Rifiniti in una combinazione di pelle semi-anilina e Alcantara, presentano una trama “scanalata” e una perforazione per un lusso ancora maggiore. In alternativa è possibile richiedere sedili con prestazioni migliorate con un sovrapprezzo.

Aston Martin DBS 770 Ultimate - Credits Aston Martin
Aston Martin DBS 770 Ultimate – Credits Aston Martin

Le nuove opzioni di rivestimento aggiungono un ulteriore livello di profondità all’abitacolo, con colori a contrasto e varie opzioni di cucitura. Il più curato dei dettagli di rifinitura è un cinturino e una fibbia in pelle con un logo DBS 770 Ultimate inciso al laser che compare sul bracciolo centrale. I paddle del cambio in fibra di carbonio sono di serie. Le targhe speciali indicano l’unicità del modello: presentano infatti il numero relativo alla tiratura limitata. Ogni esemplare avrà il suo numero personale.

Passiamo ora alle cattive notizie. Il prezzo non è stato reso disponibile perché tutte e 499 DBS 770 Ultimate sono già state vendute. La produzione inizia nel primo trimestre del 2023, con consegne a partire dal terzo trimestre. Tra le personalizzazioni disponibili, gli acquirenti hanno accesso a più livree Q, opzioni grafiche, cerchi verniciati, carbonio verniciato e volante in fibra di carbonio. Puoi persino ordinare un set di valigie da quattro pezzi su misura e una custodia per bevande in fibra di carbonio e pelle che contiene bottiglie di champagne.

FONTI VERIFICATE

Ufficio stampa Aston Martin

Lascia un commento