Vi è mai capitato di passeggiare per strada e trovarvi un Taxi (ibrido/elettrico) che vi sfreccia a pochi metri? Bene, non siete i soli. L’Unione Europea ha finalmente riconosciuto il problema che paradossalmente affligge le vetture green: Il silenzio. Il futuro e le stime parlando di nuove generazioni Diesel (su cui gli stessi marchi tedeschi puntano molto), Eco-sharing, maggior mobilità urbana con mezzi pubblici, car-sharing, car-pooling e microelettrico. L’elettrico in buona previsione si diffonderà in termini di mobilità urbana, dominando su tante altre soluzioni. Specialmente parlando di microelettrico e micromobilità, Xiaomi ci sta pensando in questo modo: Xiaomi monopattino. Gli scenari descritti sono molteplici, tuttavia in seguito approfondiremo i nuovi dati che giungono dalla Germania e dalle tabelle omologative riguardanti i Diesel di nuova generazione.

Se aveste voglia di approfondire a 360° la questione e-mobility: Clicca qui.

Cosa verrà stabilito?

electric cars noise
automoto.it

A partire da questo luglio tutti i veicoli di nuova immatricolazione dovranno necessariamente installare un pacchetto: AVAS. Questa sigla sta per “Acoustic Vehicle Alerting System” ed è un sistema di bordo non per chi conduce il veicolo, ma per chi si trova nelle vicinanze; soprattutto per la tutela di pedoni e non vedenti. I veicoli entro il 2021, nessuno escluso (quindi immatricolati prima del 07/2019) dovranno attrezzarsi a riguardo: C’è chi ci aveva già pensato.

La normativa impone uno speaker con differenti suoni emessi (a scelta dei costruttori) e un volume regolamentato in un range di valori, tra i 56 e 75 db. Fino ai 20 km/h (28 km/h col decreto sancito dalla agenzia per la sicurezza stradale americana NHTSA-National Highway Traffic Safety Administration, che entrerà in vigore dal 01/09/2019).

Altre curiosità:

peugeot avas noise
www.electrive.com

Ci avevano già pensato Jaguar e Nissan con i loro modelli I-PACE e Leaf, rispettivamente. Finora risultava disattivabile come sistema, adesso non lo sarà più.

Mercedes d’altronde si è già promossa leader di questa ricerca, sviluppando tale suono al Mercedes-Benz Technology Center (MTC) di Sindelfingen con tecnici del suono ed esperti in settore. Sono stati condotti numerosi esperimenti e misurazioni per simulare il suono ideale e come quest’ultimo influisce a livello di frequenze sulla nostra mente. E’ stata utilizzata una testa artificiale, uno strumento in grado di registrare anche i più piccoli disturbi a bassa frequenza captabili dall’orecchio umano. Simula un vero e proprio essere vivente.

Mercedes come leader ha sviluppato differenti suoni per differenti paesi: Europa e Cina-Usa. Negli Stati Uniti è richiesto un volume audio superiore proporzionalmente alle strade e filosofia di vita degli USA.

Curioso è il caso BMW, si è affidata ad un’icona nel mondo del cinema per le colonne sonore meglio riuscite di sempre: Parliamo di Hans Zimmer. Ebbene sì, sembrerebbe esserci una collaborazione presentata recentemente al NEXTGen di Monaco tra il compositore e il gruppo tedesco. Non perdetevi il suono, elegante e futuristico. Secondo voi rende l’idea di propulsione? Potrà sostituire più o meno efficacemente il rombo di un motore endotermico? Fateci sapere la vostra, ma prima alzate il volume e provate a sentire!