Vi avevamo già parlato (qui) circa un mese fa dei test si stavano facendo per puntare a stabilire il nuovo record al Nürburgring per veicoli elettrici. Ora possiamo dire che effettivamente la ID R di casa Volkswagen ce l’ha fatta, battendo il precedente record di ben 40.564 secondi, siglando di fatto un tempo poco superiore ai 6 minuti complessivi.

Volkswagen ID R
PH: carsales.com.au

Record al Nürburgring

Il Nordschleife non è solo il circuito più difficile del mondo, è anche il più severo banco di prova per i veicoli di serie – ha dichiarato il presidente del Consiglio d’amministrazione del gruppo Volkswagen, Herbert Diess. La ID R ha vinto questa sfida con grande forza, realizzando il giro a zero emissioni più veloce di sempre.
A ulteriore dimostrazione delle sue prestazioni straordinarie, la mobilità elettrica Volkswagen può ora dirsi davvero ‘a prova di Nürburgring’. Mi congratulo con la squadra della Volkswagen Motorsport e con il pilota Romain Dumas per il terzo record della ID R

Nonostante velocità di punta non particolarmente elevate, fino a 270 km/h in alcuni tratti, il pilota francese ha comunque siglato il tempo di 6′ 05″ 336. Questo traguardo raggiunto per mezzo dell’elevata velocità media tenuta durante tutto il percorso, di circa 206.96 km/h.

Di fatto il vero guadagno della ID R son state le curve percorse ad elevata velocità, grazie ad un’aerodinamica che ha garantito stabilità in ogni situazione.

Essere il detentore di un record al Nürburgring mi rende incredibilmente orgoglioso – ha dichiarato Dumas già quattro volte vincitore della 24 Ore del Nürburgring – Per me, questo è il più affascinante e più difficile circuito al mondo. Voglio ringraziare la squadra della Volkswagen Motorsport, che ancora una volta ha fatto un lavoro fantastico.
La ID. R è stata messa a punto in modo perfetto per il Nordschleife ed è stato molto emozionante sperimentarne l’accelerazione bruciante e le eccezionali velocità in curva

Se volete rendervi conto dell’impegno del pilota a sfrecciare a queste velocità vicinissimo al guardrail e senza vie di fuga vi basta guardare questo video.

L’impresa preannunciata è stata portata a termine. Chi sarà il prossimo che oserà attaccare il record?