Start & Stop, i-Stop, S & S, Stop&Start,… le varie aziende automobilistiche lo chiamano in modi differenti ma la sostanza è sempre la stessa: si tratta del sistema di spegnimento automatico del motore durante le soste. Lo Start & Stop è presente ormai su un numero altissimo di vetture, anche a causa dei limiti normativi sempre più stringenti per quanto riguarda le emissioni ed il consumo di carburante. Ma non tutti sanno come funziona questo particolare sistema.

La regola che abbiamo sempre saputo era evitare di spegnere il motore per piccole soste perché ciò avrebbe causato un maggiore consumo di carburante. Sistemi di alimentazione diversi e soprattutto altri tempi! Ma quindi conviene lo Start & Stop?

Start & stop: come funziona?

Start & Stop, Bosch
PH: it.bosch-automotive.com

Lo Start & Stop è un sistema che spegne automaticamente il motore in caso di sosta. È nato per limitare le emissioni di CO2 ed il consumo di carburante nelle aree urbane. Il sistema è studiato per spegnere il motore quando, col cambio in folle, l’automobilista lascia la frizione. La ripartenza successiva è rapida sia per il motore che per l’automobilista. Questa avviene appena il guidatore preme di nuovo il pedale della frizione e inserisce la prima marcia.

Questa tecnologia, però, si disattiva automaticamente quando vengono meno determinate condizioni. Infatti se il motore ancora non ha raggiunto la temperatura ideale di esercizio, lo Stop & Start si disinserisce. Ciò avviene anche quando la carica della batteria non è ottimale e quando, con il sistema di climatizzazione in funzione, vi è troppa differenza tra la temperatura ambientale e quella richiesta.

I problemi dello Start & Stop

PH: groupe-psa.com

Come si è potuto capire finora, diversi componenti vengono sollecitati particolarmente quando viene utilizzato lo Start & Stop. Per esempio la batteria, nelle fasi di motore spento, deve garantire il funzionamento di numerosi servizi a bordo. Vengono, perciò, utilizzate delle batterie Heavy Duty capaci di reggere un numero maggiore di cicli di carica-scarica. Inoltre, è necessario abbiano una capacità maggiore.

Anche il motorino di avviamento è un problema per le auto dotate di Stop & Start. Infatti, questo deve reggere un numero maggiore di cicli di avviamento (circa 10 volte) e ne risente notevolmente. Per questo motivo, questo componente è stato irrobustito (quindi ha un costo maggiore) ed è garantito possa resistere fino a circa 300.000/350.000 accensioni.

Conviene lo Start & Stop?

Gli avviamenti del motore con il sistema Start & Stop avvengono in modo molto rapido ed economico. Secondo delle misurazioni effettuate nell’ambito del nuovo ciclo di marcia europeo (NEDC) risultano una riduzione delle emissioni ed un risparmio nei consumi intorno all’8 % circa. Nelle situazioni reali di traffico è possibile, però, risparmiare fino al 15 % con le percentuali maggiori ottenute in ambito urbano, dove le brevi soste sono più frequenti.