SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Sterzatura cinematica dei veicoli: Cos’è e come si ottiene?

Nella progettazione dei veicoli pesanti si cerca di rispettare la cosiddetta condizione di sterzatura cinematica o di Ackermann.
Considerando (per semplificare la trattazione) uno schema di veicolo a quattro ruote (con le 2 anteriori sterzate) vado a calcolare tale condizione:

Siano i due angoli in figura, gli angoli di sterzatura delle 2 ruote anteriori, a la carreggiata, b il passo, C il centro d’istantanea rotazione del telaio del veicolo rispetto al suolo, R il raggio di curvatura della traiettoria del punto medio dell’assale posteriore.

Da considerazioni geometriche ricavo che:Sfruttando la definizione di cotangente e manipolando le espressioni precedenti, ottengo la condizione cercata:Essa prende il nome di condizione di sterzatura cinematica o di Ackermann. Nel rispetto di questa condizione il veicolo avanza in curva in condizioni di puro rotolamento tra ruote e suolo. Ciò consente nella realtà di avere una minore usura delle gomme.             Ciò risulta particolarmente utile per i veicoli pesanti, dotati di molte ruote, che applicano notevoli carichi sul suolo.

Assale rigido sterzante:

Per rispettare la condizione di Ackermann si può pensare di utilizzarere un’assale rigido anteriore e ruote posteriori non sterzanti. Tale soluzione non viene quasi mai impiegata perchè richiederebbe zone troppo ampie per la sterzatura delle ruote.

Veicoli con più di due assi:

In questo tipo di veicoli si applica più volte la condizione di sterzatura cinematica, avendo scelto l’angolo di sterzo effettivo di una ruota e trovando gli altri angoli di conseguenza.

Applicazioni:

Un esempio di meccanismo che rispetti tale condizione è il meccanismo di sterzo di Bourlet (che analizzeremo in dettaglio in un altro articolo):Ve ne sono altri, che invece approssimano tale condizione; esempi di quest’ultimi, sono i meccanismi di Jeantaud e Panhard (rispettivamente a sx e dx in figura):Essi si ottengono, superando il problema di lubrificazione e pulizia della coppia prismatica (tra asta traslante e telaio del veicolo) del meccanismo di Bourlet, sostituendola con coppie rotoidali di più facile impiego.

Connessa alla condizione di sterzatura cinematica (o di Ackermann), vi è la percentuale di Ackermann:I pedici 1 e 2 indicano rispettivamente la ruota interna e quella esterna alla curva. Se si rispetta la condizione di Ackerman tale percentuale è 100, altrimenti, se assume valori diversi, almeno una ruota striscia sul suolo.

Queste descritte sono solo alcune considerazioni preliminari che possono essere rispettate a seconda dell’utilizzo del veicolo e delle caratteristiche predominanti che gli si vogliono attribuire.

 

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Matteo Claudio Cainazzo
Ingegnere Meccanico appassionato di tutto ciò che riguarda la meccanica dei veicoli; attualmente frequenta la magistrale in Ingegneria del veicolo.