Home » Valentino Rossi Covid: nuovamente positivo al tampone. Sostituito a Valencia

Valentino Rossi Covid: nuovamente positivo al tampone. Sostituito a Valencia

Categorie Motorsport

Valentino Rossi ha dovuto saltare due Gran Premi a causa del Covid. Infatti, era già risultato positivo in vista dei due Gran Premi che si sono corsi sul circuito di Aragon. Martedì 3 novembre, però, si è sottoposto ad un nuovo test PCR. Ancora una volta, il nove volte campione del mondo è risultato positivo al Coronavirus. Per poter guidare a Valencia, Rossi dovrà presentare due risultati di test negativi consecutivi. Proprio oggi, 4 novembre, Rossi si è sottoposto ad un nuovo test, e dovrà, logicamente conoscere i risultati prossimamente.

Se non dovesse riuscire ad ottenere due tamponi negativi consecutivi, il team Yamaha ha già il pilota che lo sostituirà: parliamo di Garrett Gerloff che debuterebbe per la prima volta in MotoGP (proviene dalla SuperBike). Per lui sarebbe un tuffo nel vuoto: non conosce né la Yamaha M1, né il circuito di Valencia. “Questo virus è molto complicato e serio“, spiega Valentino Rossi. “Mi sono sentito male per due giorni. Dopo pochi giorni ero di nuovo in forma al 100%. Mi sono isolato tutto il tempo a casa e ho seguito le istruzioni dei medici“.

È una situazione molto triste e difficile, ma è così. Purtroppo il mio test di ieri è stato nuovamente positivo, come tutti i precedenti. Fortunatamente ho ancora due possibilità per poter tornare in pista venerdì o sabato. Sono molto triste perché mi sento bene“, ha detto il 41enne. “Spero davvero che il prossimo test PCR sarà negativo. Saltare due gare era già troppo“. Ricordiamo che il pilota italiano, prima della pausa forzata, negli ultimi Gran Premi è caduto per tre volte consecutive in gara. Quella ad Aragon era l’occasione giusta per il riscatto.

Garrett Gerloff sul circuito di Magny Cours
Garrett Gerloff sul circuito di Magny Cours

Valentino Rossi Covid: la speranza di tornare in pista a Valencia. Chi è Gerloff?

Gerloff è cresciuto negli Stati Uniti e ha vinto la classe MotoAmerica Supersport nel 2016 e nel 2017. Nel 2018 e nel 2019 ha corso nella classe Superbike per il team ufficiale Yamaha. Per il 2020 è passato al Campionato del Mondo Superbike e ha gareggiato per GRT-Yamaha. Nella sua stagione di debutto a Barcellona (Spagna), Gerloff ha conquistato il suo primo podio con il terzo posto.

Al finale di stagione del WorldSBK a Estoril (Portogallo), il 25enne ha confermato la sua forma ambiziosa con un ulteriore terzo e un secondo posto. Gerloff ha concluso la stagione all’undicesimo posto nel Campionato del Mondo. Ora potrebbe fare il suo debutto in MotoGP a sorpresa. “Sono molto onorato che la Yamaha mi stia prendendo in considerazione per questo“, ha detto l’americano. “Ovviamente è un peccato che questa opportunità si presenti in queste circostanze“.

Mi dispiace molto per Valentino e spero che torni presto. Manca a tutti il ​​numero 46 in pista! Gli auguro tutto il meglio. Se guido questo fine settimana sarà ovviamente difficile perché non conosco la moto, le gomme, i freni, ecc. Neanche a Valencia ho mai corso, ma sono fiducioso e pronto per questa sfida”. Non resta che aspettare i prossimi giorni che saranno cruciali per il weekend della Yamaha e dei piloti diretti interessati.

Lascia un commento