Home » Virtech Apricale: la hypercar ad idrogeno da 1000 cv che pesa 1000 chili

Virtech Apricale: la hypercar ad idrogeno da 1000 cv che pesa 1000 chili

Questa hypercar pesa appena 1000 chili ed è a celle a combustibile

Categorie Automotive

Virtech ha scelto il Goodwood Festival of Speed ​​per il debutto della sua hypercar a idrogeno Apricale in stile Pininfarina. Le prestazioni promesse sono da capogiro e quale miglior evento per presentarla se non al Festival di Goodwood? Si tratta di una hypercar con celle a combustibile. Quindi di base è ancora un’auto elettrica, solo che l’elettricità è generata dalla reazione chimica nella cella a combustibile e non proviene dalle batterie. Sviluppando una cella a combustibile ad alte prestazioni, Virtech ha realizzato un’hypercar con un peso di soli 1.000 kg. E per spingere quei 1000 chili verso l’orizzonte con prestazioni eccelse, il motore eroga 800 kW di potenza, l’equivalente di oltre 1000 cv.

Virtech Apricale
Virtech Apricale

La Virtech Apricale ha due motori: uno anteriore e uno posteriore. Di solito, una potente auto elettrica avrebbe bisogno di torque vectoring (controllo dinamico della trazione) e delle ruote posteriori sterzanti per essere agile. Tuttavia grazie al peso ridotto di questa vettura, Virtech non usa altro che un paio di differenziali meccanici della vecchia scuola.

Le prestazioni della Virtech Apricale

Virtech afferma che “la combinazione unica di leggerezza e la risposta istantanea dei motori elettrici significa che l’Apricale sarà ancora più stimolante da guidare rispetto a una supercar tradizionale“. Quello che non sappiamo è che tipo di prestazioni aspettarsi, poiché il marchio non fa dichiarazioni audaci su di esse. L’unico dato che ha confermato è che presenta la trasmissione finale a rapporto singolo orientata a oltre 320 km/h.

Finora le celle a combustibile a idrogeno sono state utilizzate come range extender per i propulsori con batterie. Abbiamo sostanzialmente ribaltato questo approccio, sviluppando un propulsore attorno a un sistema di celle a combustibile da centinaia di kW supportato da un sistema leggero ma altamente efficiente. Questo offre prestazioni da hypercar per l’Apricale ma a meno della metà del peso delle tipiche hypercar a batterie“, ha affermato Matt Faulks, CTO di Viritech.

 Virtech Apricale
Virtech Apricale

Non solo questa riduzione di peso trasforma la dinamica di guida di Apricale, ma la nostra ridotta dipendenza dalle batterie implica una minore domanda di minerali di terre rare“, ha affermato Faulks. La batteria a cui fa riferimento è una piccola unità da 6 kWh prodotta con celle agli ioni di litio ad altissima densità energetica. Gestita dal sistema di gestione dell’energia Tri-Volt in attesa di brevetto, la batteria aiuta a distribuire l’energia in condizioni di brusche accelerazioni.

Virtech ha fatto di tutto per garantire che l’Apricale avesse un peso a vuoto estremamente ridotto. Invece di utilizzare pesanti serbatoi di stoccaggio dell’idrogeno, l’Apricale utilizza compositi leggeri e un sistema di resina abilitato al grafene per incorporare i serbatoi di stoccaggio nella monoscocca. Ciò significa che i serbatoi sono essenzialmente elementi strutturali anziché componenti aggiuntivi, pur essendo in grado di trattenere l’idrogeno a una pressione di 600 bar. Il risultato di questo risparmio di peso, senza compromettere gli ingombri, è che l’Apricale è in grado di percorrere 563 chilometri con un solo rifornimento. E poiché è alimentata a idrogeno, il rifornimento richiede lo stesso tempo necessario per un pieno di benzina o diesel su una vettura tradizionale.

Il frontale
Il frontale

Poiché l’auto non pesa quasi nulla, non c’era bisogno che Virtech ricorresse a fantasiosi sistemi elettronici per far sentire l’Apricale agile. Sembra agile perché Virtech ha seguito la filosofia del design automobilistico di Colin Chapman (Ottenere grandissime prestazioni con poca potenza grazie al peso minimo della vettura).

Le tecnologie chiave dell’Apricale e l’innovativa soluzione di stoccaggio delle celle a combustibile sono già state convalidate su due muletti di prova. Un nuovo prototipo chiamato XP1 arriverà presto sulle strade e completerà 100 mila chilometri. Verrà testato insieme a un altro prototipo di produzione che testerà anche altre cose. Virtech prevede di iniziare con le consegne ai clienti all’inizio del 2024, sebbene non sia stato fissato alcun prezzo. Verranno prodotti solo 25 esemplari.

 Virtech Apricale
Virtech Apricale

Lascia un commento