Home » Alfa Romeo Giulia e Stelvio: arriva il restyling 2023 con fari a LED e più tecnologia

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: arriva il restyling 2023 con fari a LED e più tecnologia

La tecnologia compie un importante passo in avanti sulle nuove Giulia e Stelvio

Categorie Automotive
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Hanno fatto il debutto ufficiale le nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio, due modelli che nel corso degli anni hanno ricevuto vari premi internazionali per il bilanciamento dei pesi, la dinamica di guida, soluzioni motoristiche ai vertici del segmento, per il design senza tempo. Le recensioni di questi modelli hanno sempre visto peccare un po’ il reparto tecnologia anche sulle versioni più equipaggiate. Con l’arrivo del restyling, però, anche la tecnologia è stata aggiornata su entrambi i modelli. Le nuove Alfa Giulia e Stelvio saranno disponibili a partire da febbraio 2023.  

Alfa Romeo Stelvio - Crediti foto: Alfa Romeo
Alfa Romeo Stelvio – Crediti foto: Alfa Romeo

Alfa Romeo Giulia e Stelvio: cambia il frontale e si avvicina al Tonale

Cambia il frontale di entrambi i modelli: si rinnova la griglia anteriore dove è posizionato il logo, e sulla parte inferiore destinata alle due principali prese d’aria, prende vita una versione aggiornata del tradizionale “Trilobo”. Proprio i gruppi ottici anteriori rappresentano la principale novità del frontale: da oggi, infatti, su entrambi i modelli debutta la fanaleria “3+3”, con nuovi fari Full-LED Adaptive Matrix, che presenta una forte somiglianza con la Tonale e, al tempo stesso, ricorda un rinomato stilema del costruttore italiano introdotto dalle iconiche SZ Zagato e il prototipo Proteo.

I tre moduli  compongono una frontline unica delle nuove Giulia e Stelvio e forniscono al contempo luce diurna e indicatori di direzione dinamici garantendo le migliori condizioni di illuminazione grazie all’introduzione di due tecnologie sofisticate:

  • l’ “Adaptive Front Lighting System” , che fornisce una regolazione continua dei fari anabbaglianti in base alla velocità e alle specifiche condizioni di guida
  • la “Glare-Free High Beam Segmented Technology” che, in scarse condizioni di luminosità, rileva automaticamente il traffico frontale e/o nel senso opposto per evitare l’abbagliamento delle altre auto ;
  • il dispositivo “Welcome and Goodbye” che si attiva ogni volta che il guidatore chiude o apre l’auto. Tutto ciò si traduce in più efficienza – in termini di durata e risparmio energetico – e maggiore sicurezza, grazie al minore affaticamento degli occhi e un migliore comfort di guida.

Anche il layout dei gruppi proiettori posteriori a LED si rinnova al fine di accentuare l’anima sportiva di entrambi i modelli. In dettaglio, la nuova Stelvio presenta nuovi gruppi ottici posteriori con vetro e finitura trasparente mentre quelli della Giulia presentano vetro fumé e finitura nera lucida.

Nuova Alfa Romeo Giulia - Crediti foto: Alfa Romeo
Nuova Alfa Romeo Giulia – Crediti foto: Alfa Romeo

Nuovo quadro strumenti completamente digitale

I nuovi modelli sono dotati della tecnologia più avanzata per garantire un’esperienza connessa e confortevole, mantenendo al contempo il piacere di guida tipico di una Alfa Romeo. La novità che salta subito all’occhio è il quadro strumenti, caratterizzato dallo storico design “a cannocchiale”, dove troviamo il nuovo schermo TFT da 12,3” da cui accedere a tutte le informazioni sulla vettura e ai parametri relativi alla guida autonoma. Inoltre, il sistema può essere riconfigurato attraverso tre layout:

  • Evolved, che rappresenta la visione progettuale delle Alfa Romeo del futuro valorizzando l’area centrale dello schermo pur mantenendone i 2 quadranti laterali;
  • Relax, con un focus specifico sul comfort, libero da dettagliate informazioni vettura e caratterizzato dall’assenza dei 2 quadranti;
  • Heritage, che si ispira ai modelli iconici del marchio degli anni ’60 e ’70, con dettagli distintivi come i numeri invertiti sull’estremità finale del tachimetro.

L’interfaccia utente

Le nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio sono equipaggiate con un’interfaccia HMI (Human Machine Interface) fluida e intuitiva per avere a portata di mano tutte le funzionalità. Inoltre, il sistema infotainment garantisce contenuti, funzionalità. La piattaforma “Alfa Connect Services” che propone un’ampia serie di servizi utili per la sicurezza e il comfort è concepita per offrire aggiornamenti “Over The Air”. Ad esempio, la funzione “My Remote” include diversi servizi, tra cui la possibilità di controllare a distanza via smartphone/smartwatch alcune funzionalità della propria vettura (apertura/chiusura porte, lampeggio luci).

Quadro strumenti Alfa Romeo
Quadro strumenti Alfa Romeo

Da oggi anche sulle nuove Giulia e Stelvio è disponibile la tecnologia NFT (Non-Fungible-Token), un’esclusiva mondiale nel panorama automotive che il Brand globale italiano ha lanciato prima su Tonale ed oggi la rende disponibile sull’intera gamma. La tecnologia si basa sul concetto di “blockchain card”, un registro digitale secretato e non modificabile sul quale vengono riportate le principali informazioni sulla singola vettura.

Basandosi sulla selezione del cliente, l’NFT genera una certificazione in cui vengono riportati i dati sulla vita della vettura. Questa certificazione che può essere utilizzata come garanzia del buon mantenimento del veicolo, supportandone di conseguenza il valore residuo. La certificazione NFT rappresenta quindi sul mercato dell’usato un’ulteriore fonte di credibilità, che aiuta il possessore/rivenditore, ma che rassicura anche l’acquirente nella scelta del veicolo di seconda mano.

Anteriore Alfa Romeo Giulia
Frontale Alfa Romeo Giulia

La dinamica di guida delle nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio

La dinamica di guida delle nuove vetture si conferma tra le migliori nei rispettivi segmenti, regalando un’esperienza di guida viscerale e all’insegna del più autentico spirito Alfa Romeo, ovvero il giusto equilibrio tra design italiano, motori all’avanguardia, perfetta distribuzione dei pesi, soluzioni tecniche uniche ed eccellente rapporto peso/potenza. Per raggiungere questo nuovo livello della sportività, fatto di perfomance ed efficienza, il costruttore italiano può contare sulle sue rinomate eccellenze.

Il comportamento dinamico impeccabile e sportivo di Giulia e Stelvio è supportato dall’impiego diffuso di materiali ultraleggeri, come l’alluminio utilizzato ad esempio per la base dei motori e il carbonio, utilizzato per l’albero di trasmissione.

Nuova Alfa Romeo Giulia
Nuova Alfa Romeo Giulia

La trazione integrale con tecnologia Q4 è progettata per gestire la trazione della vettura in modo reattivo e predittivo, al fine di garantire il miglior compromesso fra prestazioni, efficienza e sicurezza in ogni condizione di guida. La tecnologia Q4 assicura tutti i vantaggi della trazione integrale e, allo stesso tempo, garantisce consumi ridotti, reattività e il piacere di guida di un’auto a trazione posteriore. Al centro di tutto troviamo il sistema attivo di ripartizione della coppia che monitora in tempo reale le condizioni di aderenza e le richieste del conducente per garantire sempre le migliori prestazioni. La vettura in condizioni di aderenza ottimale è a trazione interamente posteriore, come una vettura sportiva dovrebbe essere. In condizioni di scarsa aderenza o in funzione di una specifica richiesta dell’automobilista, il sistema Q4 di Alfa Romeo chiude le frizioni presenti nel sistema di ripartizione e trasferisce in meno di 150 millisecondi fino al 50% della coppia motrice all’assale anteriore diventando di fatto un’auto a trazione integrale.

Sull’allestimento Veloce è possibile integrare alla trazione integrale Q4, il differenziale posteriore autobloccante meccanico Q2, disponibile anche con la sola trazione posteriore. Il differenziale posteriore autobloccante enfatizza l’agilità e il carattere sportivo garantendo una trazione perfetta, una maggiore stabilità del veicolo in curva a velocità e accelerazione laterale elevate e la massima sicurezza in condizioni di fondo bagnato o scivoloso grazie a un controllo costante delle ruote e alla riduzione dello slittamento.

La dinamica di guida dei nuovi modelli 2023 è garantita grazie anche all’esclusiva architettura delle sospensioni Alfa Link. Nell’ avantreno è disponibile una sospensione a quadrilatero alto con doppia leva inferiore e asse di sterzo semi-virtuale, che ottimizza l’effetto filtrante e consente di sterzare in modo rapido e preciso per una maneggevolezza senza compromessi. Al retrotreno gli ingegneri hanno optato per una soluzione multilink a quattro bracci e mezzo che è un brevetto Alfa Romeo. In esclusiva della serie speciale Competizione, sono disponibili le sospensioni attive Alfa Active Suspension con smorzamento a controllo elettronico, che si adattano istante per istante alle condizioni di guida e permettono di scegliere tra un comportamento più orientato alle prestazioni oppure al comfort.

Integrated brake system: il sistema elettromeccanico combina il controllo di stabilità con il l’impianto frenante garantendo una risposta istantanea del freno, limitando quindi lo spazio di arresto, oltre a consentire un’importante ottimizzazione dei pesi. Adottare il sistema brake by wire comporta infatti una notevole riduzione dei componenti all’interno del vano motore sostituendo con un solo hardware l’assieme composto da pompa, servofreno ed ESP, garantendo una riduzione delle masse a sbalzo a vantaggio dell’agilità della vettura.

Alfa Romeo Stelvio - Crediti foto: Alfa Romeo
Alfa Romeo Stelvio – Crediti foto: Alfa Romeo

Contribuisce alla dinamica delle nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio lo sterzo estremamente diretto, abbinato al cambio automatico ZF a 8 rapporti con palette in alluminio. Per ultimo ma non meno importante troviamo un set completo di funzionalità ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) per una guida autonoma di livello 2 che per definizione si raggiunge quando il guidatore può lasciare alla sua vettura il controllo di acceleratore, freno e sterzo in determinate condizioni, attraverso sistemi elettronici che richiedono il continuo monitoraggio del guidatore ma lo supportano per offrirgli un maggiore comfort nei lunghi viaggi. Il guidatore deve in ogni caso continuare a mantenere le mani sul volante.

Gli allestimenti

Le nuove Giulia e Stelvio convergono sulla nuova logica di gamma introdotta con Tonale, che rende ancora più semplice la configurazione da parte del cliente.  Sono quattro gli allestimenti disponibili, una caratterizzazione ben definita che soddisfa le necessità dei clienti più esigenti. L’allestimento Super è la porta di ingresso all’esperienza Alfa Romeo, ancora più esclusiva con l’allestimento Sprint, che include numerosi optional dalla forte connotazione sportiva. Ai vertici della gamma troviamo l’allestimento Ti, che esalta le doti di eleganza ed il carattere distintivo delle due vetture. Con l’allestimento Veloce si raggiunge l’apice in termini di sportività. Infine, le nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio saranno  disponibili nelle versioni diesel da 160 CV a trazione posteriore insieme alle potenti motorizzazioni benzina da 280 CV e diesel da 210 CV a trazione integrale.

Per omaggiare il debutto delle nuove Giulia e Stelvio, Alfa Romeo ha presentato la serie speciale Competizione. Nata sulla base dell’allestimento Veloce e disponibile con tutte le motorizzazioni. Cambia, tuttavia dal punto di vista estetico. Troviamo, infatti, come colore per la carrozzeria l’esclusivo colore grigio opaco Moon Light, a contrasto con il rosso delle pinze dei freni. Una connotazione estetica fortemente sportiva che sulla nuova Stelvio viene portata in risalto dai cerchi in lega da 21”. All’interno, spiccano il raffinato impianto audio Harman/Kardon e la plancia e i sedili rivestiti in pelle pregiata nera con cuciture rosse. Completano le dotazioni i vetri privacy e il badge Competizione posto sulla fiancata e sul poggiatesta anteriore. Sulla versione Competizione sono di serie il sistema esclusivo Alfa Active Suspension e la tecnologia NFT (Non-Fungible-Token).

Dettagli poggiatesta versione Competizione Alfa Romeo Giulia
Dettagli poggiatesta versione Competizione Alfa Romeo Giulia

FONTI VERIFICATE

Ufficio stampa Alfa Romeo

Lascia un commento