Hyperloop

La società Hyperloop Italia è ufficialmente nata, e il CEO sarà Bibop Gresta, che è anche il fondatore e presidente di Hyperloop Transportation Technologies.

Cosa è Hyperloop

Hyperloop è un treno a levitazione magnetica che viaggia in tubi sottovuoto. L’idea originale risale al 2013 ed è di Elon Musk, fondatore di Tesla Motors.

Che cosa lo caratterizza? Prima di tutto il fatto di essere teoricamente superveloce, più veloce anche del suono, dato che può spingersi fino a 1200 km/h (contro i circa 1191 km/h del suono). Questo incredibile risultato è raggiungibile in primis grazie all’uso della tecnologia della levitazione magnetica. Ma la vera innovazione è costituita dal fatto che la capsula può viaggiare all’interno di tubi a bassa pressione alti 7 metri e con un attrito bassissimo. In tal modo essa può muoversi su quello che è un vero è proprio cuscino d’aria. Questa tecnologia prende il nome di “vactrain“.

La propulsione è affidata a un motore lineare a induzione a bassa accelerazione. Un motore lineare ha la caratteristica di avere rotore e statore non circolari ma srotolati. Questa disposizione porta a una fondamentale differenza rispetto a un motore elettrico convenzionale, dato che viene prodotta una forza anziché un momento meccanico.

Hyperloop
PH: vaielettrico.it

Hyperloop in Italia

La start-up “Hyperloop Italia” è stata presentata a Roma nei giorni scorsi, e il CEO, come detto in precedenza, sarà il fondatore di HTT Bibop Gresta. Avrà due sedi: una operativa a Milano e una istituzionale a Roma.

La giovane società è ambiziosa e ha intenzione di lavorare su ben 6 progetti di tratte coperte da Hyperloop,tre nel sud Italia e tre nel nord Italia. Ecco quanto si legge nel comunicato diffuso da Hperloop Italia:

«Attualmente sono 6 le ipotesi di sviluppo Hyperloop per le quali si potranno realizzare dettagliati studi di fattibilità e che riguardano l’intero territorio della penisola, e verranno coinvolti partner di primissimo livello per costruire la filiera tecnologica e di ricerca»

A titolo esemplificativo si è parlato di una ipotetica tratta Roma-Milano che verrebbe coperta in soli 25 minuti: sarebbe una vera rivoluzione nel mondo dei trasporti. E i prezzi potrebbero essere tutto sommato contenuti.

Per Bibop Gresta la sostenibilità di questa tecnologia è un punto chiave: «Grazie al sistema di levitazione passiva che abbiamo sviluppato, (Hyperloop) è un mezzo che produce il 30% di energia in più rispetto a quel che consuma»

I membri di Hyperloop sostengono la necessità di realizzare tracciati sopraelevati oppure sotterranei così da avere un impatto minore sul territorio, magari sfruttando le infrastrutture già esistenti.

Per quanto riguarda i tempi di realizzazione delle linee a supervelocità si parla di non meno di 10 anni. Già a febbraio 2020 però arriveranno i primi risultati degli studi di fattibilità, stando alle parole di Bibop Gresta.

A Tolosa i primi test

All’Expo di Dubai 2020 sarà possibile vedere in azione su una tratta di 5 km un primo modello di Hyperloop realizzato dalla società HTT. Questi 5 km sono i primi di una tratta che sarà operativa entro un paio d’anni e che collegherà Abu Dhabi e Dubai in 12 minuti, al posto delle sette ore che si impiegano utilizzando una macchina.

Hyperloop tubes
Hyperloop tubes
PH: wired.it

Per quanto riguarda l’Europa, la Francia terrà a battesimo il primo hyperloop, precisamente a Tolosa, dove è stata assemblata una prima capsula che viaggerà su un percorso di poche centinaia di metri.

Hyperloop
Hyperloop
PH: ilfattoquotidiano.it

E a voi piace l’idea di poter viaggiare in un futuro prossimo su un Hyperloop?

Fatecelo sapere nei commenti sotto l’articolo o sulla nostra pagina Facebook.