Home » Nuova Audi RS3: motori, scheda tecnica e prezzi

Nuova Audi RS3: motori, scheda tecnica e prezzi

Presentate le nuove Audi RS3 sportback e sedan. Ecco la scheda tecnica, i prezzi e gli allestimenti

Categorie Automotive

Audi ha presentato in questi giorni la nuova generazione di RS3, sia in versione Sportback che in versione Sedan. Sotto il cofano troviamo un 5 cilindri turbo, un must della storia Audi. Negli anni Ottanta, infatti, il 5 cilindri è stato alla base dei successi con auto da rally e di serie. Per rendere meglio l’idea, nel 1994 sulla RS2 Avant è stata adottata proprio un’architettura 5 cilindri. Il propulsore è un 2.5 TFSI e in questa nuova versione eroga 500 Nm di coppia (contro i 480 della versione precedente) in un range che va da 2.250 a 5.600 giri/min.

La potenza massima, invece, è 400 cv a 5.600 giri/min e le prestazioni non sono da meno: la RS3 accelera da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi, limando 3 decimi rispetto al modello precedente. Questo è stato possibile anche grazie all’adozione del Launch Control. Entrambe le versioni presentano una velocità massima limitata a 250 km/h. Su richiesta, però, si può portare il limitatore a 280 km/h o addirittura a 290 km/h con il pacchetto Dynamic RS che include anche un set di freni carboceramici. Collegato al 5 cilindri turbo, troviamo una trasmissione a doppia frizione S Tronic a 7 marce.

La nuova Audi RS3
La nuova Audi RS3 – Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia

Nuova Audi RS3: 3 inedite modalità di guida

La nuova Audi RS3 è caratterizzata da un comportamento tendenzialmente sovrasterzante, nonostante la trazione Quattro. Arriva sulla RS3 il nuovo sistema RS Torque Splitter. A differenza di un classico differenziale posteriore autobloccante e dalla soluzione integrale permanente con frizione elettroidraulica a lamelle, il sistema RS Torque Splitter presenta 2 frizioni elettroidrauliche a lamelle, una per ciascun asse posteriore.

Con la modalità di guida sportiva in curva, la coppia viene trasmessa alle ruote posteriori, offrendo una maggiore spinta a quella esterna, favorendo proprio il sovrasterzo. Sul rettilineo, invece, il sistema riporta l’auto a viaggiare con la trazione integrale. Ognuna delle frizioni a lamelle è costituita da una centralina che elabora le informazioni rilevate dai sensori del controllo elettronico della stabilità e della trazione, in modo da monitorare costantemente la velocità di rotazione delle ruote, l’accelerazione longitudinale e trasversale della vettura, l’angolo di sterzata, la posizione del pedale dell’acceleratore, la marcia inserita e l’imbardata.

La nuova Audi RS3 - Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia
La nuova Audi RS3 – Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia

Per quanto riguarda le modalità di guida, si può scegliere tra 7 modalità, di cui 3 sono inedite. Oltre alle ormai note modalità comfort, auto, dynamic ed efficiency, arrivano anche le modalità RS Individual, RS Performance ed RS Torque Rear. Selezionando una modalità di guida, il sistema oltre a ripartire opportunamente la coppia, agisce anche sulla risposta dello sterzo, sul cambio, sulle sospensioni adattive, l’erogazione della potenza, e l’apertura delle valvole di scarico in termini di anticipo e alzata. In modalità comfort ed efficiency la trazione è integrale, dando comunque priorità all’asse anteriore nei casi estremi.

In modalità auto, invece, si ha una ripartizione bilanciata della coppia, mentre in dynamic la maggior parte della coppia è indirizzata alle ruote posteriori. La modalità RS Torque Rear funge a tutti gli effetti da “drift mode”. Si ha un trasferimento fino al 100% della coppia al posteriore ed è possibile effettuare delle derapate controllate. La configurazione RS Performance, invece, è destinata prettamente all’uso su pista. Infatti, per il circuito troviamo anche un set di gomme apposite, ovvero gli pneumatici semi-slick Pirelli P Zero Trofeo R che possono essere richiesti come optional. Per i puristi, invece, è possibile anche disattivare completamente l’elettronica dagli aiuti di guida.

Audi RS3 - Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia
La nuova Audi RS3 – Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia

L’assetto RS: come cambia la dinamica di guida con la nuova Audi RS3

L’assetto sportivo RS di serie presenta ammortizzatori di nuova concezione. Viene garantita un’eccellente risposta della vettura anche in presenza di leggere imperfezioni dell’asfalto. Salendo con la fascia di prezzo, si può richiedere l’assetto RS Plus: esso presenta sospensioni a regolazione adattiva DCC (Dynamuc Chassis Control). Sono caratterizzate da una valvola elettroidraulica che varia il flusso di olio negli steli degli ammortizzatori in funzione dei parametri vettura rilevati dai vari sensori, dalle condizioni dell’asfalto, dello stile di guida e della modalità di guida selezionata. Nel giro di qualche millisecondo viene calcolata la forza smorzante ottimale.

La RS3 presenta un assetto ribassato di 10 millimetri rispetto alla S3 e ben 25 millimetri rispetto alla A3. Le sospensioni anteriori sono di tipo McPherson, mentre al posteriore troviamo le multilink a quattro bracci con disposizione non coassiale delle molle e ammortizzatori e da una nuova barra antirollio.

Audi RS3 - Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia
La nuova Audi RS3 – Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia

Rispetto alla precedente generazione di Audi RS3, la nuova versione può vantare un grado aggiuntivo di campanatura, in negativo, in modo da favorire la tenuta di strada in modalità sportiva. Passiamo ora all’impianto frenante: chiaramente troviamo freni a disco e le pinze anteriori sono caratterizzate da 6 pistoncini. I dischi in acciaio sono da 375 millimetri all’anteriore e 310 millimetri al posteriore. Su richiesta è possibile installare i dischi carboceramici anteriori da 380 millimetri che consentono di ridurre il peso della vettura di 10 chili.

L’estetica

Il design della nuova Audi RS3 è ancora più sportivo rispetto ai modelli precedenti. All’anteriore troviamo un nuovo paraurti sportivo RS. La griglia anteriore single frame è a nido d’ape e possiamo notare le generose prese d’aria anteriori. Di serie troviamo proiettori full LED con indicatori di direzione dinamici posteriori. A richiesta è possibile richiedere i LED Audi Matrix. I fari posteriori sono a LED. I gruppi ottici anteriori sono caratterizzati da 3 x 5 segmenti luminosi. Grazie alle funzioni Coming Home e Leaving Home è possibile ammirare una scenografia caratterizzata da una bandiera a scacchi e la comparsa della scritta RS sul lato guida.

La nuova Audi RS3 - Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia
Audi RS3 – Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia

Dietro i passaruota anteriori troviamo delle feritoie per il deflusso dell’aria. Le minigonne sono caratterizzate da inserti in nero che rendono più aggressivo il look della vettura. L’auto è più larga di 33 millimetri all’anteriore e 10 millimetri al posteriore. Di serie sono previsti i cerchi in lega da 19 pollici con design a 10 razze ad ‘Y’. Come optional è possibile richiedere cerchi in lega con design a 5 razze e logo RS. Anche al posteriore possiamo notare delle novità: nuovo paraurti RS, nuovo diffusore e impianto di scarico che si conclude con due terminali ovali.

Gli interni

Il design degli interni richiama la tecnologia che si prospetta dall’esterno. Di serie, infatti, troviamo un virtual cockpit plus da 12,3 pollici con apposito segnalatore che avvisa l’automobilista se è necessario salire di marcia quando vicino al limitatore. La strumentazione di bordo consente di tenere sotto controllo le informazioni inerenti l’erogazione di coppia e potenza, pressione pneumatici, tempi sul giro e accelerazione laterale. Il regime del motore è visualizzabile come un istogramma a barre o, a richiesta, nell’inedito layout RS-Runway. I valori sono riportati con una grafica simile alla pista di atterraggio di un aereo. Il regime più elevato appare in primo piano, mentre quello più basso sullo sfondo.

Gli interni dell'Audi RS3 - Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia
Gli interni dell’Audi RS3 – Crediti foto: ufficio stampa Audi Italia

Poi, troviamo un display touch da 10,1 pollici: con esso è possibile controllare la temperatura del liquido di raffreddamento, dell’olio motore e del cambio. La plancia, a richiesta, è in fibra di carbonio e troviamo sedili anteriori sportivi RS con poggiatesta integrati e cuciture a contrasto. Tra gli optional è possibile richiedere i rivestimenti dei sedili in pelle Nappa con cuciture a contrasto rosse, verdi o nere. Il volante RS è rivestito in pelle. La parte inferiore è piatta e il volante integra i paddle per gestire manualmente le cambiate. Sul lato superiore, a ore 12, è presente la tacca, spesso utilizzata sulle vetture da corsa. Le nuove Audi RS3 sportback e sedan arriveranno nelle concessionarie italiane nel mese di ottobre con prezzi che partono da 60.900 euro per la hatchback e 64.000 euro per la sedan.

FONTI VERIFICATE

Ufficio stampa Audi Italia: Nuova Audi RS 3: la più sportiva di sempre

Lascia un commento