SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Volkswagen ID.4: il primo SUV elettrico della Casa tedesca

Dopo la ID.3, ecco la Volkswagen ID.4: il primo suv elettrico e il secondo veicolo realizzato con la piattaforma MEB, la piattaforma modulare elettrica. Entro il 2029 Volkswagen si pone l’obiettivo di immettere sul mercato 75 modelli con propulsione elettrica, che in termini di vendite significa circa 26 milioni di nuovi veicoli in circolazione. Il design pulito e gli opportuni studi aerodinamici consentono di raggiungere un coefficiente Cx pari a 0,28. L’auto non è dotata di calandra anteriore, e la forma dei fari con il design dell’illuminazione forniscono un aspetto assolutamente moderno.

La carrozzeria appare muscolosa, fattore accentuato anche dai cerchi, disponibili da 20 e 21 pollici. La ID.4 sarà disponibile in quattro colorazioni: Blue Dusk Metallic, Glacierwhite Metallic, Honey Yellow Metallic e Mangangrey Metallic. Come già detto, l’illuminazione è altamente all’avanguardia. Si tratta di fari interattivi IQ.Light LED Matrix che “salutano” l’automobilista con un gioco di luci. Sono altrettanto funzionali in strada: regolano la luminosità in maniera tale da avere sempre la massima visibilità, senza però abbagliare eventuali utenti presenti sulla strada. I gruppi ottici posteriori presentano gli indicatori di direzione dinamici che si illuminano dall’interno verso l’esterno. La capienza a bordo è assolutamente di tutto rispetto. Il bagagliaio ha una capacità di 543 litri che diventa da 1.575 litri ribaltando i sedili posteriori. Il suv elettrico può trainare rimorchi dal peso massimo di 1000 kg.

Volkswagen ID.4 1ST Max
Volkswagen ID.4 1ST Max

Volkswagen ID.4: la connettività e la tecnologia di bordo

La Volkswagen ID.4 è dotata del sistema di navigazione Discover Pro con funzione di comandi vocali. Chiedendo all’auto, ad esempio, dove si trova il ristorante più vicino, il GPS mostrerà il percorso autonomamente sul display. L’auto può essere connessa al proprio smartphone grazie ai servizi We Connect Start.

Il pacchetto include i servizi di navigazione, che comprendono i dati attuali sui flussi di traffico e l’indicazione delle stazioni di ricarica nelle vicinanze, con informazioni aggiornate in tempo reale. Vi sono poi i servizi relativi alla vettura. Grazie al pacchetto, i clienti possono controllare la carica e la climatizzazione della vettura direttamente dal proprio smartphone. Possono dunque consultare il livello della batteria e l’autonomia dell’auto. La climatizzazione statica funziona anche se l’auto non è collegata alla corrente elettrica.

Come aiuti alla guida, nonoché sistemi di assistenza, troviamo il pacchetto IQ.Drive. Esso include sensori di parcheggio, Lane Assist, Front Assist, ACC e Stop&Go. Il Lane Assist mantiene l’auto nella corsia anche in caso di deviazioni non volontarie da parte dell’automobilista. Il Front Assist è la frenata d’emergenza, mentre l’ACC è il sistema di assistenza nelle manovre di scarto e regolatore automatico della distanza. L’ACC analizza i dati di navigazione e i segnali
stradali e opera così in modo predittivo, riducendo autonomamente la velocità in prossimità di curve, rotatorie, segnali di limitazione della velocità e centri abitati. L’auto è dotata di altri aiuti, come l’Eco Assistant che suggerisce quando decelerare per tenere uno stile di guida moderato, il Travel Assist e il Side Assist.

Disposizione del motore al posteriore
Disposizione del motore al posteriore

Il motore e la batteria

Il motore elettrico è posizionato al posteriore e muove le ruote tramite trasmissione ad un rapporto. Il propulsore è sincrono a magneti permanenti ed eroga una potenza massima di 150 kW (l’equivalente di 204 cv), e una coppia massima di 310 Nm. L’auto accelera da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi, mentre la velocità massima è limitata elettronicamente a 160 km/h. La batteria è posizionata tra i due assi e porta ad abbassare il baricentro. L’auto, inoltre, è dotata di regolazione adattiva dell’assetto che varia l’altezza da terra e altri parametri, in base al profilo utente selezionato. Ci sono alcune modalità di guida preimpostate: Eco, Comfort e Individual.

Gli interni della ID.4
Gli interni della ID.4

La batteria ha una capienza energetica di 77 kWh e pesa 493 kg. Offre un’autonomia di 490 km. L’alloggiamento della batteria, costituito da profili in alluminio e da un robusto telaio, contiene 12 moduli, ognuno dei quali comprende 24 celle a sacchetto con rivestimento esterno flessibile. Queste sono raffreddate da una piastra sul pianale con canali dell’acqua integrati. La Volkswagen garantisce che la batteria, dopo 8 anni o 160.000 km, presenti ancora almeno il 70% della propria capacità originale. Il guidatore può scegliere se attivare la funzione rigenerativa dell’energia. In sintesi, quando solleva il piede dall’acceleratore, può far recuperare energia elettrica.

Se la stazione di ricarica è abilitata alla ricercia veloce, è possibile ricaricare la batteria in 30 minuti avendo un’autonomia di 320 km.

Volkswagen ID.4
Volkswagen ID.4

Il listino prezzi e le versioni

La Volkswagen ID.4 sarà disponibile in due versioni: quella base e la Max. La ID.4 base monta cerchi da 20″ nel design Drammen; il pacchetto Style per esterni e i vetri posteriori oscurati le conferiscono una presenza elegante. I sedili anteriori e il volante multifunzione sono riscaldabili, mentre l’illuminazione ambiente può essere impostata in 30 colori. La pedaliera in acciaio inox presenta il design Play & Pause, mentre alla modanatura sul volante è applicato il logo “1
ST”. Una telecamera per la retromarcia aiuta nelle operazioni di manovra. Il climatizzatore Climatronic a due zone e il parabrezza riscaldabile completano la gamma dedicata al comfort.
Sulla ID.4 base il sistema di navigazione Discover Pro e quattro prese USB sono
di serie, così come importanti sistemi di assistenza alla guida: il Front Assist,
il regolatore automatico della distanza ACC stop & go e il sistema di assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist. A seconda dei mercati, sono di serie anche la pompa di calore, che riscalda e raffredda l’abitacolo in modo molto efficiente, e il dispositivo di traino.

Per quanto riguarda la versione Max, oltre alle dotazioni della ID.4 base, dispone di pressoché tutti gli equipaggiamenti disponibili. Per quanto riguarda gli esterni troviamo i fari Matrix a LED, le luci posteriori a LED 3D e i cerchi Narvik da 21″, che accentuano il carattere sportivo dell’auto insieme allo sterzo progressivo e alla regolazione adattiva dell’assetto DCC. Il listello tra i fari e l’incavo delle maniglie delle portiere si illuminano.
Al suo interno, la Max è dotata di serie di sedili a regolazione elettrica, tetto panoramico in vetro, cristalli con isolamento acustico, Climatronic a 3 zone e portellone a comando elettrico Easy Open & Close. Ma la ID.4 Max non lascia nulla a desiderare nemmeno sotto il profilo dei comandi, della connettività e dell’assistenza alla guida. L’equipaggiamento del SUV comprende infatti l’head-up display con funzione di realtà aumentata, il display da 12″, l’interfaccia telefonica Comfort, il Travel Assist, il Side Assist e l’Emergency Assist.

La versione base avrà un prezzo di 48.600 euro, mentre la Max di 58.600 euro. Entrambe le versioni saranno prodotte in 27 mila esemplari. Al termine di essi, la Volkswagen proporrà delle versioni pre-configurate per ridurre al minimo i tempi di consegna.

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su vehiclecue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Ufficio stampa Volkswagen

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Francesco Mennahttps://vehiclecue.it
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com