Nuova Volkswagen Golf GTD 2020: la diesel da 200 CV

Nuova Volkswagen Golf GTD 2020
Nuova Volkswagen Golf GTD 2020

Volkswagen Golf 8 GTD 2020 – La Volkswagen ha svelato le nuove Golf GTI, GTD e GTE 2020, basate sull’ottava serie della segmento C tedesca presentata a Novembre 2019. Le avremmo potute vedere dal vivo per la prima volta al Salone di Ginevra, ma la manifestazione è purtroppo saltata per via dell’emergenza coronavirus.

La Golf GTD è un modello nato sei anni dopo la GTI, nel 1982, e si poneva l’obiettivo di essere un’alternativa più sfruttabile nella vita di tutti giorni e con costi di esercizio più contenuti. Vediamo quali sono le novità di questa nuova generazione GTD Mk8.

Volkswagen Golf 8 GTD: 200 CV e assetto preso in prestito dalla GTI

Sotto il cofano della Volkswagen Golf 8 GTD batte un propulsore alimentato a gasolio, il noto 2.0 TDI a quattro cilindri da 200 CV e 400 Nm di coppia.

Volkswagen Golf GTD 2.0 TDI

Su questo motore sono installati due catalizzatori SCR che, grazie alla doppia iniezione di AdBlue, riducono notevolmente le emissioni di ossido di azoto rispetto alla generazione precedente. Se volte approfondire questo tema vi rimandiamo a questi due articoli:

La potenza viene trasferita alle sole ruote anteriori (non è prevista la trazione integrale) e l’unico cambio disponibile è il doppia frizione DSG a sette marce.

Volkswagen Golf GTD 2020
Levetta del cambio DSG shift-by-wire

L’assetto è ribassato di 1,5 cm come sulla GTI. Non cambia neanche il sistema sospensivo, con MacPherson all’avantreno e Multilink al retrotreno. In opzione è possibile avere l’assetto regolabile elettronicamente.

La piattaforma della nuova Golf GTD è ovviamente la Mqb Evo, che il modello di Wolfsburg condivide anche con Seat Leon e Audi A3 Sportback.

La nuova Volkswagen Golf GTD 2020 dovrebbe assicurare delle ottime prestazioni: oltre 244 km/h di velocità massima e uno scatto da 0 a 100 km/h in circa 7 secondi.

Estetica: la riconosci dai dettagli grigi

Se il filo rosso sulla mascherina ha sempre contraddistinto la GTI, il filo grigio è da sempre invece un segno distintivo della sorella a gasolio GTD. E la nuova GTD non fa eccezione. Stavolta c’è la novità della striscia a led che percorre tutto il frontale da parte a parte.

Nella parte inferiore troviamo un’ampia griglia che integra i fendinebbia a 5 elementi esagonali che vanno a disegnare due X, e che è contornata da una striscia brunita. Sotto il paraurti è presente lo splitter nero. Nere sono anche le minigonne sulle fiancate.

Volkswagen Golf GTD

Nella parte posteriore è presente uno spoiler nero sopra il lunotto. Nella parte inferiore vi è invece il doppio scarico posizionato sul lato sinistro, altro elemento di distinzione della Volkswagen Golf GTD.

Volkswagen Golf GTD 8 2020: gli interni

Gli interni sono stati studiati intorno all’Innovision Cockpit, costituito da due schermi rispettivamente da 10,25″ e 10″ che fungono da quadro strumenti e centro di controllo della vettura.

Non mancano gli elementi che ricordano la natura sportiva della macchina. Il volante ha la corona tagliata in basso e il badge GTD nella razza inferiore e la pedaliera è in metallo rivestita parzialmente con la gomma antiscivolo. I nuovi sedili Scalepaper, coi fianchi ben pronunciati, hanno il rivestimento in tessuto Tartan a quadri con finitura a contrasto nero-grigio e per la prima volta sono del tipo con poggiatesta integrato.

Prezzi e disponibilità

Non sappiamo ancora da quando sarà disponibile la nuova Golf GTD 2020, né tanto meno i prezzi. Possiamo solo ipotizzare che il prezzo di partenza si aggirerà tra i 30.000 e i 35.000 euro.

Le altre novità del Salone di Ginevra 2020: